4 febbraio 2023
Aggiornato 15:30
Carne, dieta e rischi per la salute del cuore

La carne rossa può causare malattie cardiache. Sì, ma è colpa di un’allergia

I ricercatori trovano un collegamento tra alcuni allergeni presenti nella carne rossa e le malattie cardiache come aterosclerosi, infarto e ictus

Carne rossa e allergia
Carne rossa e allergia Foto: nadianb | shutterstock.com Shutterstock

STATI UNITI – Secondo un nuovo studio c’è un significativo collegamento tra l’assunzione di carne rossa e le malattie cardiache, ma questo collegamento è in realtà tra un particolare allergene trovato proprio in questo tipo di carne. Per cui se si è allergici a questi elementi si rischiano appunto malattie cardiovascolari, e magari non lo si sapeva. Non a caso, i ricercatori ora ritengono che l’allergia alla carne rossa possa essere una causa non riconosciuta di malattie cardiache.

Non solo grassi
I ricercatori del Centro di Ricerca Cardiovascolare dell’Università della Virginia Health System, Charlottesville (Usa) hanno scovato la presenza di un allergene nella carne rossa, alla cui sensibilità pare possa essere imputata la formazione e l’accumulo di placca nelle arterie coronarie, o del cuore. Se dunque già si riteneva che certi grassi potessero contribuire allo sviluppo di malattie cardiovascolari, come l’aterosclerosi. Ora, con questo studio, si è scoperto che un sottogruppo della popolazione potrebbe essere a rischio elevato per una ragione diversa, ossia un allergene alimentare.

La novità
«Questa novità, scoperta in un piccolo gruppo di soggetti dalla Virginia solleva l’intrigante possibilità che l’allergia alla carne rossa possa essere un fattore non riconosciuto di malattie cardiache – spiega la prof.ssa Coleen McNamara, principale autrice dello studio – Questi risultati preliminari sottolineano la necessità di ulteriori studi clinici in popolazioni più numerose provenienti da diverse regioni geografiche e ulteriori lavori di laboratorio». Il numero di persone con allergie alla carne rossa negli Stati Uniti non è chiaro, ma i ricercatori stimano che potrebbe essere l’1% della popolazione in alcune aree. Tuttavia, secondo gli autori, il numero di persone che sviluppano gli anticorpi del sangue per gli allergeni della carne rossa senza avere sintomi conclamati è molto più alto: fino al 20% della popolazione in alcune aree.

L’allergene
E’ solo negli ultimi anni che gli scienziati hanno identificato il principale allergene nella carne rossa, chiamato galattosio-α-1,3-galattosio o alfa-Gal, un tipo di zucchero complesso. Hanno anche scoperto che il morso di una zecca, detto ‘Lone Star’, sensibilizza le persone a questo allergene. Ecco perché le allergie alle carni rosse tendono a essere più comuni dove queste zecche sono più diffuse, come gli Stati Uniti sudorientali, ma si estendono anche ad altre aree, tra cui Long Island, New York.

Cosa accade
Cercando di comprendere come l’essere sensibili a un allergene possa mettere più a rischio malattie cardiovascolari, i ricercatori hanno preso in considerazione il fatto che questi allergeni possano innescare alcuni cambiamenti immunologici, i quali a loro volta potrebbero essere associati ad accumulo di placca e blocchi nelle arterie, ma nessuno aveva finora identificato una sostanza specifica responsabile di questo effetto. In questo nuovo studio, McNamara e colleghi hanno dimostrato per la prima volta che un marcatore specifico del sangue per l’allergia alla carne rossa era associato a livelli più alti di placca arteriosa o depositi di grasso sul rivestimento interno delle arterie. Il marcatore del sangue che hanno identificato è un tipo di anticorpo (immunoglobulina o IgE) specifico per l’allergene alfa-Gal.

Lo studio
Per identificare questo marcatore (marker) del sangue, gli scienziati hanno analizzato campioni di sangue da 118 adulti, per poi rilevare nel 26% di essi gli anticorpi contro alfa-Gal che indicavano la sensibilità alla carne rossa. Utilizzando una procedura di imaging, i ricercatori hanno scoperto che la quantità di placca era del 30% più alta nei pazienti sensibilizzati all’alfa-Gal rispetto ai pazienti non sensibilizzati. Queste placche, un segno distintivo dell’aterosclerosi – il tipico indurimento delle arterie, tendevano anche a essere più strutturalmente instabili, il che significa che hanno una maggiore probabilità di causare infarto e ictus.

Lo stato attuale
Poiché questo genere di studi è alle prime fasi, e le prove di un legame tra allergeni della carne rossa e malattia coronarica sono ancora preliminari, i ricercatori fanno sapere che sono in programma studi maggiormente dettagliati, sia sugli animali che sull’uomo, per confermare i risultati iniziali. Allo stato attuale, l’unica terapia possibile per l’allergia alla carne rossa è quella di evitare di mangiarla.Mentre sono necessari più studi, il lavoro attuale fornisce un potenziale nuovo approccio o obiettivo per prevenire o curare le malattie cardiache in un sottogruppo di persone che sono sensibilizzate alla carne rossa», conclude il dottor Ahmed Hasan, ufficiale medico e direttore del programma in Atherothrombosis & Coronary Artery Disease Branch di NHLBI. Lo studio è stato reso possibile grazie al supporto del National Heart, Lung, and Blood Institute, che fa parte del National Institutes of Health (NIH). I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Arteriosclerosis, Thrombosis, and Vascular Biology (ATVB), della American Heart Association.