20 gennaio 2020
Aggiornato 02:00
Sicurezza alimentare

Allarme salmonella nel cibo per cani e gatti

Pericolo per cani e gatti da un lotto di cibo contaminato dal pericoloso batterio della salmonella. Il Ministero della Salute fa bloccare il prodotto nei negozi

ROMA – Ancora un allarme per cibo contaminato. Questa volta tocca agli alimenti per animali da compagnia come cani e gatti, ma il rischio di infezione è reale anche per l’essere umano che ne venga in contatto. Il pericoloso batterio della salmonella è stato rinvenuto in alcune confezioni di cibo per cani e gatti prodotto dalla ditta BARF Italia con sede dello stabilimento in via Campo Rendina PIZZOLI (AQ), definito a ‘rischio microbiologico’.

I prodotti contaminati
A essere stati contaminati dal batterio Gram-negativo della salmonella sono due prodotti denominati rispettivamente ‘Galletto’ e ‘Quaglia’ a marchio Animal Star. In particolare sono le confezioni da 200 g - Lotto 095 A 17 e lotto 114 A 17, tutti e due i prodotti hanno come data di scadenza 9-2018.

La salmonella
Il batterio della salmonella è causa di un’intossicazione alimentare molto pericolosa, specie per l’uomo. Il contagio avviene attraverso un contatto diretto con il cibo o con i recipienti che contengono il batterio.

Cosa fare
Non acquistare per precauzione i prodotti con questo marchio, mentre se si ha già in casa uno di questi prodotti è bene rivolgersi al numero 0800 0.183.770. Anche se le confezioni sono state bloccate e ritirate dal commercio, è possibile che qualche prodotto sia stato nel frattempo venduto online o che lo si trovi ancora per qualche tempo: in questo caso attenzione agli acquisti. Sul sito del Ministero della Salute, alla voce richiamo prodotti alimentari è possibile trovare i comunicati relativi a questo allarme.