28 maggio 2020
Aggiornato 21:00
Bottiglie riciclate e salute

Attenzione alle bottigliette di acqua riciclate: sono pericolose per la salute

Le bottiglie di acqua utilizzate più volte rappresentano un rischio concreto per la salute umana. Ecco cosa accade quando metti in bocca una bottiglietta già usata

Le bottiglie di acqua riciclate fanno male alla salute
Le bottiglie di acqua riciclate fanno male alla salute Shutterstock

Le bottiglie di acqua realizzate in PET (polietilene tereftalato) destinato all’uso alimentare non dovrebbero essere riutilizzate più volte. Se da un lato, un recente articolo di Altroconsumo ha smentito la presenza di Bisfenolo A (BPA) – sostanza potenzialmente cancerogena – nelle bottiglie, dall’altro sembra rappresentare un’altra minaccia per la nostra salute. Ad asserirlo è una ricerca condotta da un sito web che si è preoccupato di analizzare bottiglie e bottigliette riciclate. Ecco qual è stata la loro incredibile scoperta.

Cosa c’è dentro le bottigliette?
Si sa che durante le giornate estive è pratica comune bere, durante il giorno, ingenti quantità di acqua minerale. Ma difficilmente si acquistano ogni giorno bottiglie nuove. Tutti sappiamo che è molto più economiche rifornirle con acqua prelevata da una bottiglia da uno o due litri. Tuttavia, un sito web della Gran Bretagna ha pensato di analizzare alcune bottigliette di plastica prima riempite e poi svuotate più volte da un atleta. Ciò che li ha davvero sorpresi è stata la quantità incredibile di batteri presenti in essa. Stiamo parlando di oltre 900mila batteri per centimetro quadrato.

Peggio la bottiglia del water
L’assurdo è che la quantità di germi che è stata rilevata nelle bottigliette era nettamente superiore a quella generalmente reperita in un gabinetto. Anche se c’è la speranza che si tratti di batteri completamente differenti. Secondo i risultati ottenute dalla loro analisi, tuttavia, la maggior parte dei microorganismi – circa il 60% - erano tutt’altro che innocui.

Se costa troppo una soluzione c’è
Se riciclate le bottiglie perché comprarle continuamente diventa particolarmente oneroso, Altroconsumo ha la soluzione che fa per voi. Siccome le bottiglie in PET sono comunque realizzate per poter essere utilizzate solo una volta – a prescindere dalla presenza di milioni di batteri – sarebbe meglio optare per delle piccole bottiglie in vetro. D’altro canto un utilizzo prolungato di questi contenitori sembra aumentare il rischio di contaminazione dell’acqua. E credo che nessuno di noi vorrebbe bersi residui di plastica dalla mattina alla sera. «Le bottiglie in vetro sono un ottimo compromesso, perché sono facilmente lavabili (anche alle alte temperature) e garantiscono quindi una maggior igiene», concludono gli esperti di Altroconsumo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal