21 ottobre 2019
Aggiornato 21:30
Salute a tavola

Lo stress si combatte a colpi di frutta e verdura

A volte non servono pillole magiche per combattere lo stress, ma una sana alimentazione può aiutare a ridurne il rischio. Ecco quanta frutta e verdura devi mangiare ogni giorno per sopravvivere alla routine quotidiana

Frutta e verdura riducono lo stress
Frutta e verdura riducono lo stress Shutterstock

SYDNEY - Trovare una persona che non ha mai avuto un periodo stressante nella propria vita è un’impresa molto ardua. Lo stress fa parte della nostra esistenza, forse è uno dei punti cardine della nostra sopravvivenza. Tutti sappiamo, però, che nel momento in cui raggiungi certi limiti si rischiano seri problemi psico-fisici. Ma un metodo per prevenirlo si può: mangiare più frutta e verdura.

Le donne ne beneficiano maggiormente
Secondo quanto emerge da un recente studio, ad avere maggiori benefici in termini di riduzione dello stress sarebbero le donne. Il sesso femminile, infatti, con 5-7 porzioni di frutta e verdura al giorno potrebbe ridurre del 23 percento il rischio di sviluppare stress psicologico. «Abbiamo riscontrato che frutta e verdura sono stati più protettivi per le donne rispetto agli uomini, il che suggerisce che le donne possono beneficiare di più del consumo di frutta e verdura», ha dichiarato l’autore dello studio Binh Nguyen, studente di dottorato presso l’Università di Sydney in Australia.

Lo studio
Durante lo studio, pubblicato sul British Medical Journal Open, sono stati esaminati 60mila australiani di media età. A tutti è stato misurato il livello di stress psicologico e considerato il consumo di frutta e verdura, unito allo stile di vita che conducevano.

Più vegetali, meno stress
Il ruolo positivo del consumo di vegetali nei confronti della nostra salute è ormai pluriverificato dalla scienza odierna. Ciò che hanno scoperto oggi gli scienziati è che a seconda del quantitativo di frutta e verdura che si consuma si possono ottenere effetti più o meno marcati. Per esempio 3-4 porzioni al giorno riducevano il rischio di stress del 18 percento, ma se si passava a porzioni leggermente inferiori (due al giorno), la riduzione del rischio scendeva al 16 percento.

Va bene anche la sola frutta?
Probabilmente no. Secondo i ricercatori, infatti, il consumo esclusivo di frutta, anche in alte proporzioni non aveva ridotto l’incidenza di stress. Inoltre neppure quantitativi troppo elevati come quelli che vi sono in una dieta vegana possono davvero fare la differenza. Dosi superiori alle 7 porzioni di vegetali al giorno non hanno provocato alcun miglioramento. «Questo studio rivela che la moderata assunzione di verdura ogni giorno è legata a una minore incidenza di stress psicologico. Mentre una moderata assunzione di frutta sembra non conferire alcun beneficio significativo sullo stress psicologico delle persone», spiega Melody Ding presso l’Università di Sydney.