10 luglio 2020
Aggiornato 21:00
Alimentazione

Italiani, frutta e verdura: è amore. Consumi su del 2%

Consumi di frutta e verdura in aumento in Italia. Nel 2016 si è registrato un incremento del 2%, bilanciato da un calo dei prezzi

Verdure, per gli italiani sono sempre più presenti in tavola
Verdure, per gli italiani sono sempre più presenti in tavola Shutterstock

ROMA – Dieta più salutare per gli italiani? Stando ai consumi di frutta e verdura pare di sì. Secondo un’indagine del Macfrut Consumers’ Trend nel 2016 si è registrato un incremento dei consumi pari al 2%, rispetto all’anno precedente. Sembrerebbe dunque che gli italiani siano più attenti alla dieta e alla salute. Ma è così?

Attenti alla dieta
L’aumento delle vendite di frutta e verdura potrebbe indicare che gli italiani hanno iniziato a operare delle scelte alimentari più sane. Tuttavia non è detto sia così. Potrebbe infatti anche essere una scelta «obbligata», poiché le tasche dei consumatori sono sempre più vuote e spesso ci si rivolge a questo genere di alimenti perché meno cari di altri (per esempio la carne o il pesce). Certo, negli ultimi anni si è visto anche un aumento delle persone che decidono di seguire una dieta vegetariana o vegana, ma probabilmente il risultato è un insieme di più fattori. A ogni modo, i dati parlano di un aumento del consumo.

Tonnellate di cibo «verde»
Secondo il Macfrut Consumers’ Trend, sono ben 3,47 milioni circa di tonnellate di cibo fresco che è finita nelle borse della spesa degli italiani soltanto nei primi 6 mesi del 2016. un dato di periodo che «si posiziona a un livello assente da diversi anni nei database», sottolineano dal Macfrut Consumers’ Trend. Tra i cibi ‘verdi’ più gettonati fanno il loro ingresso le clementine, le fragole, il radicchio e così via. Ma i veri bestseller di sempre sono le intramontabili mele, pere e arance per la frutta e pomodori, patate, cipolle, insalate per le verdure. Gli asparagi, infine, hanno registrato un vero boom.