Esami clinici e medici

Formula leucocitaria. Che cos’è, perché si fa, i valori, la formula invertita, globuli bianchi neutrofili e monociti bassi o alti, linfociti

Tutto quello che c’è da sapere sull’esame formula leucocitaria o conta differenziale dei globuli, i valori, le cause dei valori alti o bassi, le malattie sottostanti, la formula invertita

Formula leucocitaria: tutto quello che basta sapere
Formula leucocitaria: tutto quello che basta sapere (shutterstock.com)

Che cos’è la formula leucocitaria?
La cosiddetta conta differenziale dei globuli bianchi (leucociti) parte in genere da quella più generale che si esegue sulle diverse cellule presenti nel sangue. Nel caso specifico, valutare una presenza alta o bassa di leucociti serve a stabilire la presenza di una o più malattie che di solito interessano il sistema immunitario.

Quando si esegue l’esame della formula leucocitaria?
In genere un esame specifico della conta differenziale dei globuli bianchi si esegue quando il medico sospetti la presenza di una condizione medica sottostante o patologia come per esempio

  • Infezione, che può essere causata da batteri, virus, funghi o altri parassiti
  • Infiammazione sistemica organica
  • Allergie respiratorie o alimentari
  • Asma
  • Immunodeficienze acquisite o non
  • Patologie autoimmuni (per esempio sclerosi multipla, lupus eritematoso, artrite reumatoide, morbo di Crohn, psoriasi, tiroide di Hashimoto ecc.)
  • Leucemia
  • Anemia
  • Neoplasie mieloproliferative
  • Sindromi mielodisplastiche

Che tipi di globuli bianchi si contano nell’esame della formula leucocitaria?
I leucociti sono suddivisi in base alla loro forma. I due principali gruppi sono

  • Granulociti
  • Agranulociti

Nell’esame della conta differenziale dei globuli bianchi in genere si valuta il valore di presenza e la proporzione di 5 tipi diversi di globuli bianchi.

Dei Granulociti o mieloidi fanno parte

  • Neutrofili
  • Eosinofili
  • Basofili

Dei Agranulociti o linfoidi fanno parte

  • Linfociti
  • Monociti

Il valore diverso per ognuno può rivelare un altrettanto diverso problema di salute. Per esempio, se l’infezione è dovuta a virus o a batteri.

Quali sono i valori normali dei leucociti?
Premesso che i valori possono variare da persona a persona e anche in base all’età, e che bisogna sempre rivolgersi al proprio medico per una valutazione, i valori medi di riferimento sono*

  • Leucociti: 4.50 – 11.0 milioni/L
  • Neutrofili: 2.5 – 7.5 milioni/L
  • Linfociti: 1.5 – 3.5 milioni/L
  • Monociti: 0.2 – 0.8 milioni/L
  • Eosinofili: 0.04 – 0.4 milioni/L
  • Basofili: 0.01 – 0.1 milioni/L

*fonte: emedicine.

Cosa accade quando i valori della conta leucocitaria sono alti o bassi?**
Quando la conta dei globuli bianchi è bassa è detta leucopenia. Una conta leucocitaria al di sotto di 4.500 è inferiore al normale. Di questi, una bassa conta di neutrofili (al di sotto di 1.700 per microlitro di sangue) può essere indicativo di un problema di tipo infettivo. Se poi il numero di neutrofili per microlitro di sangue è al di sotto dei 500, il problema si fa serio.

Una carenza di neutrofili può essere dovuta a:

  • carenza di midollo osseo o un malfunzionamento (per esempio, a causa di infezione, tumore, o cicatrici anormale)
  • Assunzione di farmaci (per es. antibiotici, anticonvulsivanti, anti-tiroide, diuretici, sulfamidici ecc.)
  • Assunzione di farmaci per il trattamento del cancro
  • Terapie anticancro (chemioterapia, radioterapia)
  • Malattie autoimmuni
  • Malattie epatiche o della milza
  • Malattie virali (per esempio mononucleosi)
  • Infezioni batteriche
  • Tumori del midollo osseo

Un elevato numero di globuli bianchi è detto leucocitosi. Questa condizione può essere dovuta a:

  • Anemia aplastica
  • Assunzione di farmaci (per es. beta agonisti adrenergici, corticosteroidi, epinefrina ecc.)
  • Vizio del fumo
  • Rimozione della milza
  • Infezioni in genere causate da batteri
  • Malattie infiammatorie (per esempio artrite reumatoide o allergie)
  • Leucemia
  • Grave stress mentale o fisico
  • Danno tissutale (per esempio ustioni)

**fonte: MedlinePlus.

Cosa indica una formula leucocitaria invertita?
Una formula leucocitaria invertita può per esempio indicare che vi è o vi è stata un’infezione virale sottostante. In questo caso di solito si ha un aumento del numero di linfociti o una diminuzione del numero dei neutrofili. In tutti i casi è sempre bene valutare la cosa insieme al proprio medico curante.