20 settembre 2019
Aggiornato 20:00
I rischi del poco sonno

Se dormi poco ti buschi il raffreddore

Le persone che dormono poche ore di notte sono più soggette alle malattie da raffreddamento. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Sleep

SAN FRANCISCO – Dormire poco fa male. Lo sostengono numerosi esperti e studi scientifici. Da non ultimo è uno studio dell’Università della California a San Francisco (UCSF) in cui si afferma che dormire 6 o meno ore a notte rende più propensi a prendersi un raffreddore o una malattia da raffreddamento.

Meglio le ore canoniche
Ci sono persone che fanno un vanto il dormire poche ore per notte. Sono i cosiddetti nottambuli o coloro che affermano che a loro bastano poche ore di sonno, e sono comunque in forma. Può essere, almeno all’apparenza, ma prima o poi l’organismo presenta il conto. Oltre a i numerosi danni alla salute – sia fisica che mentale – che comporta il dormire poco, secondo i ricercatori statunitensi guidati dal dott. Aric Prather dormire 6 o meno ore per notte influisce sul sistema immunitario, abbassando le difese. Per cui sarebbe meglio dormire le 8 canoniche ore per notte.

Molto più a rischio
Gli scienziati dell’UCSF hanno reclutato 164 adulti, che sono poi stati monitorati durante il sonno per sette giorni. Il monitoraggio prevedeva la misura delle ore di sonno, così come la qualità. La seconda fase dello studio prevedeva la somministrazione per via nasale di un virus del raffreddore, per poi vedere se, come e chi si sarebbe ammalato. I risultati hanno mostrato che chi dormiva male o meno di 6 ore a notte aveva 4,2 volte maggiori probabilità di ammalarsi, rispetto a coloro che avevano dormito più di 7 ore a notte.

Il sonno va oltre
«Il sonno va al di là di tutti gli altri fattori che sono stati misurati - sottolinea Prather - Non importava quanto vecchi fossero i loro livelli di stress, la razza o l’istruzione. Con tutti questi fattori presi in considerazione, statisticamente il sonno ha un’influenza sulla giornata ed era uno schiacciante e forte fattore predittivo per la suscettibilità al virus del raffreddore». Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Sleep. Insomma, meglio dormire a sufficienza se si vuole stare bene.