26 giugno 2019
Aggiornato 20:00
Papilloma virus

Ecco come il Papilloma virus umano fa prosperare il cancro alla cervice uterina

È quanto risulta da uno studio condotto all’UCLA Jonsson Cancer Center (Usa) e pubblicato sull’ultimo numero del Journal Cancer Cell

LOS ANGELES - Il Papilloma virus umano (HPV) consente alle cellule cancerogene della cervice uterina di mantenere le proprie condizioni interne che rendono il cancro resistente alla terapia e più in grado di crescere e espandersi. È quanto risulta da uno studio condotto all’UCLA Jonsson Cancer Center (Usa) e pubblicato sull’ultimo numero del Journal Cancer Cell.

Virtualmente tutti i cancri nell’uomo sperimentano uno stato chiamato ipossia intratumorale, ovvero un basso quantitativo di ossigeno nel tumore. Nello studio condotto all’Università della California di Los Angeles, i ricercatori hanno dimostrato che i tumori HPV-positivi si adattano e traggono vantaggio dall’ambiente ipossico esprimendo una proteina che attiva un segnale cellulare il quale a sua volta consente al cancro di sopravvivere, crescere e muoversi nell’organismo.

«La scoperta - fa sapere Matthew Retting della UCLA - può condurre allo sviluppo di nuove terapie che abbiano come target il processo di segnalazione cellulare, fino ad annullare l’abilità delle cellule cancerogene di prosperare». Circa dal 90 al 98% dei cancri alla cervice sono causati dal Papilloma virus umano.