20 ottobre 2021
Aggiornato 23:30
Il caso Macron

Salvini: «Non inseguo con la siringa nessuno, il vaccino è una scelta»

Così il segretario della Lega Matteo Salvini al termine dell’incontro con Mario Draghi a Palazzo Chigi: «Vaccino deve essere scelta consapevole, non un obbligo»

Video Agenzia Vista

ROMA - «Non siamo per gli estremismi, nè da una parte nè dall'altra. Il modello francese non è un modello. L'obbligo, la costrizione, chiedere il green pass per chi prende l'autobus o un caffè è fuori discussione. Cosa ne pensa Draghi? Chiedetelo a lui, ma le scelte estreme non piacciono nè a me nè a lui, mettiamola così». Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini, incontrando i giornalisti fuori palazzo Chigi al termine del colloquio con il presidente del Consiglio Mario Draghi.

«Il vaccino deve essere una scelta consapevole, non un obbligo. Si può spiegare, ma non inseguo con la siringa nessuno per strada, a scuola o al ristorante», ha detto Salvini, aggiungendo: «Ovviamente bisognerà rispettare delle regole, per situazioni di grande assembramento».

Morani: «Salvini contro green pass, ma lui è vaccinato?»

«I sovranisti italiani, Meloni e Salvini, non vogliono le chiusure, sono contro lo stato d'emergenza, non sopportano le mascherine, non vogliono la vaccinazione per i sanitari, sono contro il green pass sul modello francese. Sono contro l'Europa e non hanno votato il recovery plan (210 miliardi per l'Italia!!!!). Voi avete capito cosa farebbero per combattere la pandemia? Io si: un disastro come Bolsonaro e Trump!» Lo scrive su Facebook Alessia Morani, deputata del Pd, che poi chiede: «Ma Salvini si è vaccinato o no?"