14 novembre 2019
Aggiornato 07:30

Giorgetti: «Con Lega al Governo si poteva fare la flat tax, qualcuno ha deciso diversamente»

Il vicepresidente della Lega: «Quota 100 è rimasta perché era una cosa buona. Purtroppo qualcosa hanno toccato come la flat tax per i forfettari fino a 65mila»

Video Agenzia Vista

MILANO - «Bilancio? Purtroppo niente di utile per il paese. Ma non ci si aspettava nulla di diverso da un governo il cui unico scopo è quello di impedire al popolo italiano di esprimersi», così Giancarlo Giorgetti (Lega) a margine del convegno su innovazione e sostenibilità promosso dalla casa farmaceutica Chiesi. Quota 100 è rimasta perché «era una cosa buona. Purtroppo qualcosa hanno toccato come la flat tax per i forfettari fino a 65mila euro. Hanno buttato sabbia nell'ingranaggio e hanno evitato di estenderlo fino a 100mila euro. Questo è frutto di una logica di sinistra, di mettere più tasse e non toglierle» dice. «Con noi era previsto un aumento da 65 a 100 mila ma qualcuno ha deciso che doveva andare così». Salvini? «No no magari potesse decidere Salvini...», conclude allusivo.