19 ottobre 2021
Aggiornato 18:00
Movimento 5 Stelle

Conte: «Posizioni di Salvini e Meloni mi preoccupano»

L'ex Presidente del Consiglio: «Durante la pandemia li ho visti fare tutto e il contrario di tutto. Reddito di cittadinanza? Con M5S non sarà mai abrogato»

L'ex Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte
L'ex Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ANSA

«Non so dire se questa sia la destra peggiore di sempre. So che questa destra mi fa preoccupare, perchè l'ho vista all'opera durante la pandemia. Ho visto Salvini e Meloni nel periodo più drammatico della nostra storia sottrarsi a qualsiasi responsabilità. Li ho visti fare tutto e il contrario di tutto. Anche nella campagna vaccinale, le loro posizioni politiche mi preoccupano molto». Lo ha dichiarato il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, a margine di un incontro a Trieste

«Morisi non è il leader della Lega. E' Salvini che risponde della linea politica della Lega. E la sua incoerenza politica non è la prima volta che viene fuori. Ho lavorato oltre un anno con lui e ho notato incoerenza su vari fronti. A me interessa parlare e discutere di politica, Non voglio strumentalizzare questa vicenda», ha aggiunto Conte che ha precisato: «La vicenda Morisi è una vicenda personale, vedremo a cosa porteranno gli accertamenti della magistratura. Mi dispiace se sarà confermato che Morisi ha problemi con la droga, in questo caso gli auguro di uscirne».

«Con il Pil stiamo volando, premesse per crescita robusta»

«Stiamo volando per quanto riguarda il Pil. Stiamo centrando il 6%, forse qualche decimale in più, e questo ci segnala le premesse per una crescita robusta. E' qualcosa di un rimbalzo rispetto alla depressione economica che abbiamo avuto con la pandemia e dobbiamo continuare così - ha aggiunto l'ex premier -. Questo ci segnala anche che le dottrine economiche del passato, che hanno dominato in Europa e anche in Italia, le dobbiamo accantonare».

«Dobbiamo puntare sulla crescita economica, coniugata allo sviluppo sociale, per rientrare anche dalla curva del debito pubblico», ha concluso.

«Rdc? Con M5S non sarà mai abrogato»

«Il reddito di cittadinanza non sarà mai abrogato. Lo miglioreremo e lo renderemo più efficace, reprimeremo gli abusi, ma lo manteniamo. Non potrà mai succedere con noi», ha aggiunto Conte rispondendo a una domanda sulla possibile abrogazione del reddito di cittadinanza.

«Comunali? M5S si presenta solo con proposta seria»

«Il Movimento 5 Stelle non presenta una proposta politica se essa non risponde a determinati requisiti. La nostra asticella è molto alta e ci sono molte città, anche importanti, in cui non presentiamo liste mentre quando lo facciamo, correndo da soli o in coalizione, è perché la proposta politica è solida e concreta». La tematica della transizione ecologica e digitale? «Non può essere attuata attraverso un meccanismo dall'alto verso il basso ma deve coinvolgere tutti i cittadini» ha concluso Conte.

«Pnrr? Imperativo morale è non sprecare un solo euro»

«Il Movimento 5 Stelle ha una traiettoria molto chiara: di fronte al Paese ci siamo assunti la responsabilità di sostenere questo Governo e lo abbiamo fatto consapevoli che dobbiamo mettere in sicurezza il Paese e dobbiamo attuare efficacemente il Pnrr. Questo perché sprecare un solo euro sarebbe come violare un imperativo morale ed etico rispetto a tutte le sofferenze che abbiamo affrontato - ha aggiunto Conte -. Non posso quindi che augurarmi che tutte le altre forze politiche avvertano la stessa medesima responsabilità e abbiano questo atteggiamento di grande rispetto nei confronti dei nostri concittadini che non solo hanno sofferto tanto ma continuiamo a farlo».

«Migranti? Non c'è spazio per slogan, è problema serio»

«Il problema dell'immigrazione non va gestito sulla base dei singoli flussi o di un'emotività collegata ad una certa attenzione mediatica che può essere anche ciclica. E' un problema serio che va affrontata con una politica e sulla base di una sicurezza che sia multilivello, ben articolata, che parta da una gestione a livello europeo condivisa».

«E' un fenomeno per cui c'è poco spazio per slogan e proclami astratti ma bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare in modo concreto - ha sottolineato Conte -. Bisogna puntare su questo ed insistere in Europa perché bisogna lavorare molto a livello bilaterale. Questo fenomeno - ha ribadito il presidente del M5S - va affrontato complessivamente e in un quadro europeo. Dobbiamo impegnarci a livello comunitario dal momento in cui partono i flussi, contrastarli, gestirli e quando arrivano riuscire ad avere rimpatri più efficaci».