27 settembre 2021
Aggiornato 06:30
Centrosinistra

Matteo Renzi: «Non capisco perché nessuno appoggi commissione su Covid»

Il leader di Italia Viva: «E se qualcuno avesse rubato mentre 125mila italiani morivano? Orgoglioso per caduta Conte, felice se Di Battista schiuma. Successione? Una follia alzare le tasse»

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi ANSA

«Siamo a 125mila morti per il Covid. Di fronte a questo, io sto facendo da solo, non capisco perché nessuno la rilancia, una semplice domanda: su mascherine, gel, ventilatori cinesi garantiti da D'Alema, su tutte queste spese fatte da Arcuri ci sono indagini su indagini in molte procure italiane: se qualcuno avesse rubato su oltre 1 miliardo di euro di approvvigionamenti mentre 125mila italiani morivano io riterrei questa cosa uno scandalo peggiore di Tangentopoli o del terremoto dell'Irpinia». Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, ospite di Zona Bianca, su Rete 4, ironizzando: «Si fanno commissioni d'inchiesta anche sulle sopracciglia di Renzi, andiamo a vedere se nei numerosi incarichi dati da Arcuri ci sono persone che si sono mangiati i soldi degli italiani. Penso che Pd, Lega, FdI, dovrebbero votare a favore. E non capisco perchè M5s, quelli dell'onestà, non vota a favore».

«Sacrosanto aiutare giovani, una follia alzare le tasse»

«Il bonus 18enni è una buona cosa, l'idea di dare una mano ai giovani è sacrosanta, l'idea di alzare le tasse è una follia. Non riesco a capire come si possa in un momento di crisi, dove tutti insieme dobbiamo ripartire, arrivare a proporre di alzare le tasse», ha aggiunto. «Noi siamo tutti d'accordo che chi ha di più deve pagare di più e chi ha di meno devo pagare di meno. È un principio che non ha inventato Letta, che non ho inventato io, ma che sta nella Costituzione. Ora non è che tutte le volte qualcuno si alza e dice che siccome c'è qualcuno che ha di più allora gli diamo un'altra bastonata di tasse. Su questo ho discusso con Letta. Il problema tra di noi è che nel 2013 Letta alzò l'Iva, io scelsi di abbassare l'Irap».

«È vero che altri Paesi hanno tasse di successione più alte, ma allora prendiamo anche il livello di pressione fiscale di quei Paesi sulle altre tasse. Da noi è un atto di masochismo, anche solo proporlo. Devo dire che Draghi è stato bravissimo. Sono d'accordo con Draghi e non con Letta. A me Letta sta simpatico, ma lui vuole alzare le tasse e io le voglio abbassare».

«Orgoglioso per caduta Conte, felice se Di Battista schiuma»

«Lunga vita a Di Battista... Con noi non tornerà mai, non c'è ombra di dubbio. Sono orgoglioso di aver lavorato per mandare a casa Conte, e quando vedo Di Battista schiumare di rabbia gioco il jolly della felicità. Sono orgoglioso di stare da una parte diversa dalla sua».

«Giustizia? Se si faranno referendum Radicali voterò sì»

«Io spero che il Parlamento legiferi prima dei referendum» promosso dai radicali sulla giustizia. «Se ci saranno voterò a favore». Lo ha detto Matteo Renzi spiegando che come Italia Viva «non abbiamo ancora deciso se sostenerli nella raccolta firme, ma se ci saranno voterò sicuramente a favore dei referendum radicali».

«La magistratura è in crisi, oggettivamente. È una crisi profonda, l'emblema è Davigo e il suo atteggiamento. La riforma del Csm è sicuramente una priorità. Non so se sia corretto e costituzionale l'avere meno magistrati in Csm, ma ci sarebbe una proposta semplice senza cambiare la Costituzione: non elezioni ma una forma di sorteggio. Ammazzerebbe le correnti».