5 aprile 2020
Aggiornato 15:00
Manifestazione M5s

Vito Crimi: «Il paese ha bisogno del M5s. Nessuno tocchi le nostre leggi»

Il Movimento 5 Stelle in piazza a Roma: «Ma non siamo contro il Governo». Spunta qualche cartello contro i renziani e contro le alleanze con il Pd. Sul palco Crimi, Bonafede, Di Maio e Taverna

Un momento della manifestazione 5 Stelle contro i vitalizi
Un momento della manifestazione 5 Stelle contro i vitalizi ANSA

ROMA - «Qualcuno ci ha dato per finiti, in fase di sfinimento, e pensava di potersi riprendere quello che gli abbiamo tolto ma non hanno fatto i conti con i cittadini. Stiamo dimostrando che quello che abbiamo fatto non si tocca, nessuno deve permettersi di toccare risultati raggiunti». Lo ha detto il capo politico M5s, Vito Crimi, dal palco della manifestazione M5s contro i vitalizi in piazza Santi apostoli.

Crimi ha chiamato sul palco Sara e David, i due attivisti che hanno lanciato attraverso il web la mobilitazione di oggi: «Sono il simbolo del riscatto, della rinascita, lavorare insieme uniti ci fa vincere le nostre battaglie. Loro hanno lanciato questa manifestazione in rete e insieme a loro abbiamo potuto realizzare tutto questo», ha detto il capo politico. «Ci siamo - ha detto Sara - non è vero che siamo morti. La piazza è la nostra casa e da qui ripartiremo forti tutti insieme».

Crimi: «Moderati nei toni, non nell'anima»

Crimi ha fatto sapere che sono stati «novanta i pullman arrivati da tutta Italia: una partecipazione così l'avevamo un po' dimenticata ma ci avete fatto ricordare quale è la passione e l'entusiasmo che ci ha portato in Parlamento. Ringraziamo tutti quelli che hanno organizzato, i facilitatori, è la prima prova sul campo del rilancio del Movimento. Il paese ha bisogno di M5s perché non si fermi la rivoluzione gentile. Qualcuno dice che abbiamo dei toni moderati, saremo anche moderati nei toni ma non nell'anima».

Il Movimento 5 stelle «in questo momento sta bene con il Pd. In questo momento stiamo bene con il Partito democratico. Il Pd si è aperto ad alcune dinamiche di approccio diverso, ad esempio nella scelta dei candidati e nelle nomine. Non facciamo confronti, abbiamo fatto delle cose buone sia nell'uno che nell'altro caso». Questo non vuol dire che si fanno automaticamente alleanze anche a livello locale: se in Campania il candidato sarà Vincenzo De Luca, precisa Crimi, «mi sembra quasi scontato che andremo da soli».

Sale sul palco Di Maio, piazza intona Inno di Mameli

«Sono emozionato di vedervi così tanti qui, a riempire questa piazza, vi voglio bene sempre di più. Vorrei che tutti guardaste la bandiera italiana che sta sventolando al centro della piazza, quella bandiera siete voi». A queste parole di Luigi Di Maio, dal palco della manifestazione M5s contro i vitalizi, in piazza SS. Apostoli gli attivisti hanno intonato l'Inno di Mameli, seguiti dallo stesso ministro degli Esteri.

«Questa - ha detto Di Maio - è una piazza che ama l'Italia, siamo i cittadini italiani che vogliono garantire a tutti uguaglianza e libertà. Se oggi siamo qui in piazza chiediamo delle istituzioni all'altezza dell'amore che proviamo per l'Italia per il nostro paese e quando alcune istituzioni cominciano a non garantire più uguaglianza allora scendiamo in piazza e ricordiamo a tutti che siamo orgogliosi di essere italiani ma vogliamo istituzioni e politica all'altezza dei valori che rappresenta quella bandiera».

«Non siamo qui in piazza solo per un tema ma per tutelare il più alto bene comune che un cittadino deve vedersi garantito: la fiducia nei propri rappresentati. Perché se si spezza la fiducia, nessuno rispetterà più le leggi. Vogliamo tutti uno stato in cui gli onesti vanno avanti e i furbi vengono puniti», ha concluso.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal