7 dicembre 2019
Aggiornato 00:30

Fisco, dai 5 Stelle messaggio a Silvio Berlusconi: «L'impunità è finita»

Post sul blog del MoVimento Cinquestelle: «Carcere? Chi non ha nulla da temere può stare tranquillo». La replica della Bernini: «Berlusconi è il re dei contribuenti». Savino: «Attacco vergognoso»

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi
Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi ANSA

ROMA - «Quando abbiamo presentato la misura sul carcere per i grandi evasori Berlusconi è saltato dalla sedia e ha lanciato una campagna basata su menzogne e paura», lui che è «un grande protagonista dell'aggiramento del fisco» e «l'esponente delle istituzioni che vanta il record di frequentazione dei tribunali». E' quanto si legge sul blog del Movimento Cinquestelle in un post intitolato «Silvio Berlusconi: il re dei grandi evasori».

Nel post si ricostruisce la storia di alcuni processi dell'ex premier e si conclude: «Lo diciamo e lo ribadiamo: chi non ha nulla da temere può stare tranquillo. Il messaggio che lanciamo a Silvio e compagnia è chiaro: l'impunità è finita».

Bernini a M5S: «Berlusconi è il re dei contribuenti»

«Il Movimento cinque stelle è devastato dai suoi ripetuti fallimenti politici, a partire dal reddito di cittadinanza, elargito anche a ex terroristi e camorristi, che non ha abolito la povertà e in compenso costa agli italiani 447 milioni di euro al mese». Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

«Per non parlare - aggiunge - delle decine di sontuose assunzioni clientelari nei ministeri guidati da Di Maio, o dell'Affittopoli in cui è incappata l'ex ministra Trenta. Ma invece di dare risposte su queste evidenti criticità, i Cinque Stelle stamani hanno mobilitato il sacro blog, braccio armato dei giacobini, per accusare Berlusconi di essere il re dei grandi evasori, vantandosi peraltro di averlo cacciato dal Parlamento. Non c'è nessuna categoria peggiore di quella dei moralisti screditati, dei finti puri della politica ridotti a fare accordi a destra e a sinistra per restare al potere, e che pretendono però di restare in cattedra a impartire lezioni. Ma il blog dei parassiti dovrebbe solo impallidire di fronte a un imprenditore che ha creato decine di migliaia di posti di lavoro e le cui aziende hanno sempre pagato miliardi di euro di tasse allo Stato. Berlusconi dunque non è il re degli evasori, semmai è il re dei contribuenti», conclude.

Savino: «Attacco vergognoso»

«Il vergognoso attacco del blog del M5S contro il Presidente Berlusconi è la riprova di quanto in basso i grillini abbiano portato il confronto politico. Se i grillini possono affermare con tanta tracotanza tali falsità e insulti contro il nostro leader, votato da milioni e milioni di italiani da quando è sceso in politica, è anche per colpa della sinistra che, per far fuori politicamente gli avversari, ha sempre cavalcato le inchieste di quella parte minoritaria, ma organizzatissima, della magistratura politicizzata. L'uso politico della giustizia è una barbarie che va debellata, se vogliamo preservare la libertà e la democrazia in Italia». Lo afferma in una nota la deputata di Forza Italia, Elvira Savino.