8 dicembre 2019
Aggiornato 10:00

Maria Elena Boschi: «Italia Viva non sarà un partitino, c'è prateria davanti a noi»

L'ex Ministro passato dal Pd a Italia Viva, in una intervista al Corriere della Sera: «Governo avrà più parlamentari non meno»

Maria Elena Boschi
Maria Elena Boschi ANSA

ROMA - «Grazie a Italia viva il governo avrà più parlamentari, non meno. Quanto a Salvini, noi siamo quelli che lo hanno messo nell'angolo, non che lo hanno resuscitato. Abbiamo accettato persino di votare coi 5 Stelle pur di non dargli i «pieni poteri». Erano altri quelli che volevano andare a votare a tutti i costi, non noi». Lo afferma Maria Elena Boschi, ex ministro passata dal Pd a Italia Viva, in una intervista al Corriere della Sera.

«C'è prateria davanti a noi»

C'era bisogno di un ennesimo partitino? «Penso che Italia viva non sarà un partitino. Ma che ve ne fosse bisogno non c'è dubbio: c'è una prateria intera per chi non vuole seguire gli estremismi di Salvini, fondare la società solo sull'assistenzialismo o diventare socio della Casaleggio». Cosa non condividete del programma di governo? «Il programma di governo per noi è vincolante. Conte si è impegnato in Parlamento, noi siamo impegnati con Conte. Il punto che per noi ha maggiore rilevanza è il Family act al quale sta lavorando la ministra Bonetti: asili nido, assegno per le famiglie, misure per le donne». Boschi ribadisce che Italia Viva non si candiderà fino alle elezioni politiche nazionali. «Non ci candideremo in nessuna delle prossime elezioni regionali. Ovviamente vediamo di buon occhio le candidature civiche, sia in Regione che nelle amministrazioni comunali».

Conzatti a Salvini: «Nessuna lezione da predoni di Democrazia»

«Ho letto di un ex ministro di Milano che è stato eletto in Calabria alle ultime elezioni politiche con i voti di Forza Italia e ha poi fatto un governo con il M5S; che sugli sbarchi non ha trovato il sostegno neppure dai paesi di Visegrad; che si è giocato l'amicizia non solo dell'Europa brutta e cattiva ma pure di Putin e Trump; che ha seminato odio e rancore tra gli italiani sulla pelle dei migranti lasciati morire in mare. Mi auguro che i troppi cittadini caduti nell'inganno prendano al più presto coscienza del danno che questi predoni di democrazia e di futuro stanno provocando all'Italia». Lo dichiara Donatella Conzatti, senatrice di Italia Viva, dopo le parole di Matteo Salvini in diretta su Facebook, in merito al passaggio di Conzatti da FI a Italia Viva, la nuova formazione politica creata da Matteo Renzi.