19 luglio 2019
Aggiornato 01:00

Salvini: «Il PD è il passato, il presente e il futuro siamo noi»

Il vice premier a «La Stampa»: «Rispetto la partecipazione e le idee di tutti, ma Renzi, Boschi e Prodi hanno già governato, male, per tanti anni»

Matteo Salvini
Matteo Salvini ANSA

ROMA - La manifestazione antirazzista? «In Italia non c' è nessun razzismo, conosco tutti i numeri». La Tav? «Va fatta e ho fiducia in Conte». Le primarie del Pd? «Le rispetto, ma ora tocca a noi. In 10 anni la loro partecipazione si è dimezzata». In un colloquio con la «Stampa» il vice premier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, commenta anche le primarie del Partito Democratico. «Rispetto la partecipazione e le idee di tutti, ma Renzi, Boschi e Prodi hanno già governato, male, per tanti anni e sono stati già bocciati più volte dagli Italiani. Quello è il passato, il presente e il futuro siamo noi».

Minimo storico di partecipazione

«Buon lavoro al nuovo segretario, Nicola Zingaretti e complimenti per l'organizzazione anche se il dato di oggi è il minimo storico di partecipazione. Rispetto ogni singolo voto espresso ma non posso non vedere che negli ultimi 10 anni la partecipazione al voto alle primarie del Pd si è quasi dimezzata. Dagli oltre 3 milioni del 2009 sono passati nel 2013 (Renzi segretario) a 2.814.000 e nel 2017 a poco più di un milione e 800 mila».