15 ottobre 2019
Aggiornato 06:00

Fratoianni a Di Maio: «Sei un fan qualsiasi di Salvini»

Il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali: «Il vicepremier si vanta di riportare persone in un paese senza porti sicuri». Maestri (Possibile): «Il governo arma la disumanità»

Nicola Fratoianni
Nicola Fratoianni ANSA

ROMA - «Quello di cui si vanta in queste ore il vicepremier Di Maio si chiama violazione del diritto internazionale. Riportare persone in un Paese dal quale sono appena fuggite, privo di porti sicuri, non ha nulla a che fare con il salvataggio. Insomma Di Maio un fan qualsiasi di Matteo Salvini». Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali.

Maestri (Possibile): «Il governo arma la disumanità»

«Il ministro Danilo Toninelli ha confermato ormai che il Movimento 5 Stelle ha accettato l'annessione alla Lega: con l'intervista di oggi ha seguito, senza nemmeno simulare un distinguo, la linea di Matteo Salvini parlando di gestione dei flussi migratori. Inoltre, in continuità con il precedente governo, ha garantito l'arrivo di motovedette ai libici: si tratta di un passaggio drammatico, perché il governo arma la disumanità, legittima ulteriormente un interlocutore poco affidabile come è ampiamente dimostrato dai campi presenti in Libia. Le motovedette saranno i mezzi per rispedire all'inferno i migranti». Lo dichiara Andrea Maestri della segreteria nazionale di Possibile.

«Preoccupati per la devastazione dei diritti umani»

«Negli ultimi giorni - aggiunge Maestri - molti insigni opinionisti hanno riscoperto il dramma delle torture subite dai migranti e detenuti in Libia, in quelli che sono dei veri lager come, con Possibile, denunciamo da anni. La consegna delle motovedette deve essere elemento di ulteriore indignazione e preoccupazione per la devastazione di diritti umani: si tratta di un'operazione gravissima, che evidenzia la totale assonanza tra le politiche dell'ex ministro dell'Interno Marco Minniti e quelle del suo successore Salvini, che rappresenta a pieno titolo le posizioni dei 5 Stelle. Con Di Maio e Toninelli in testa, in un terribile gruppo disumano».