20 maggio 2019
Aggiornato 15:00
Centrodestra

Maroni: «Il sovranismo di Salvini supera il centrodestra»

L'ex Presidente della Regione Lombardia e Ministro dell'Interno: «Dopo le Europee non ci sarà più il centrodestra che oggi conosciamo ma qualcosa di nuovo»

L'ex Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni
L'ex Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni ( ANSA )

MILANO - «Credo che non ci sia futuro per il centrodestra come lo abbiamo inteso negli ultimi dieci anni. Il sovranismo di Salvini supera il centrodestra e apre a una prospettiva nuova. E questo si vedrà dopo le prossime elezioni europee. Non ci sarà più il centrodestra che oggi conosciamo ma qualcosa di nuovo». Lo ha detto Roberto Maroni, ex presidente della Regione Lombardia e Ministro dell'Interno, ospite del programma «TGtg» su Tv2000.

La Tav va fatta

«Il Referendum - ha proseguito Maroni - è uno strumento utilissimo, io non lo farei per la Tav perché la Tav va fatta. È una decisione che è stata presa. In questo caso il Referendum è uno strumento per dire 'non sappiamo decidere'. Questo è un uso sbagliato del Referendum».

Il seme del federalismo

«Mi auguro per la storia della Lega - ha detto ancora Maroni - che il seme del federalismo e dell'autonomia rimanga ben vivo e possa germogliare. Lo vedremo nelle prossime settimane. Questa è una questione che non può essere accantonata, neanche con una Lega che diventa partito nazionale».

Caso Battisti

Maroni, infine, ha commentato l'arrivo di Cesare Battisti in Italia e le polemiche sul video del ministro della Giustizia Bonafede: «Sarei andato all'aeroporto senza fare troppa scena e senza fare il video che ha fatto Bonafede, l'ho trovato di cattivo gusto. Sarei andato non per accogliere Battisti ma per sottolineare il fatto che per la prima volta dopo tanti anni finalmente un assassino e un terrorista viene riportato in Italia. Penso che abbia fatto bene Salvini ad andare».