24 agosto 2019
Aggiornato 21:30

Di Maio: «Il sistema è contro di noi, rimuoveremo funzionari da Ministeri»

Il vicepremier e leader del MoVimento 5 Stelle: «Dicono che dureremo poco ma abbiamo sempre trovato accordo con la Lega. Pronta riforma che taglia 345 parlamentari»

Luigi Di Maio e Matteo Salvini
Luigi Di Maio e Matteo Salvini ANSA

ROMA - «Nei ministeri dovremo rimuovere tutta una serie di personaggi che sono stati messi dagli altri: nel mio ministero ho un funzionario che ogni settimana rilascia interviste dicendo quello che faremo, cose che io non gli ho mai detto. C'è questa idea che dureremo poco ma (con la Lega, ndr) un accordo lo abbiamo sempre trovato, siamo due forze politiche che ci nutriamo di consenso e basta, non abbiamo paracaduti o lobby che ci proteggono». Lo ha detto il vice premier Luigi Di Maio parlando a Cagliari, al termine della sua visita in Sardegna, a sostegno del candidato Cinquestelle alla presidenza della Regione Francesco Desogus.

Il sistema combatte contro di noi

«Non sapete quanto sono contento di riavere a mio fianco Alessandro (Di Battista, ndr), sono stati otto mesi duri. Non è che andando al governo abbiamo sconfitto il sistema: il sistema è vivo e vegeto e combatte contro di noi» ha aggiunto Di Maio.

Pronta riforma che taglia 345 parlamentari

«Il ministro Fraccaro la settimana prossima porterà in Parlamento la riforma che taglia 345 parlamentari. L'unico - ha precisato Di Maio - che va a finire nella maggioranza, tutti gli altri andranno all'opposizione. Prima dell"estate, questa legge e quella sul referendum propositivo saranno approvate - ha aggiunto - così riduciamo di un terzo i parlamentari e creiamo uno strumento per approvare le leggi senza più dipendere dai politici».