Motori | Superbike

Ducati sul podio in casa grazie al bel recupero di Davies

Settimo in qualifica, Chaz è riuscito a rimontare in gara-1 fino al secondo posto: per la terza volta consecutiva è nei primi tre. Marco Melandri solo settimo

Chaz Davies sul podio di gara-1 della Superbike a Misano
Chaz Davies sul podio di gara-1 della Superbike a Misano (Pirelli)

MISANO ADRIATICO – Il team Ducati è salito sul podio davanti ai propri tifosi in gara-1 a Misano, teatro del nono appuntamento del campionato mondiale Superbike 2018, grazie ad uno splendido secondo posto in rimonta ottenuto da Chaz Davies. Il gallese, settimo in qualifica, è stato protagonista di un ottimo spunto alla partenza, portandosi immediatamente al quarto posto per poi recuperare gradualmente terreno. Dopo aver preso la seconda posizione a sette giri dal termine, Davies l’ha poi difesa fino alla bandiera a scacchi, centrando così il terzo podio consecutivo. «Dobbiamo essere soddisfatti di questo risultato, non era scontato visto che partivamo dalla settima casella in griglia – spiega Chaz – Penso che oggi abbiamo ottenuto il massimo, sia dalla mia guida che dalla moto. La Panigale R è senza dubbio competitiva qui, dobbiamo solo fare qualche piccolo passo avanti per giocarci la vittoria. Durante la gara mi sono potuto fare un'idea precisa delle aree nelle quali migliorare, quindi proveremo a sfruttare al meglio i dati raccolti per essere ancora più competitivi in gara-2. Partiremo ancora dalla terza fila ma ormai ci sono abituato, poi oggi abbiamo fatto una partenza fulminea e spero di farne un'altra così domani».

Melandri in rimonta
Marco Melandri, che non ha potuto disputare la quarta sessione di prove libere a causa di un problema tecnico, ha sfortunatamente accusato qualche difficoltà in più. Il ravennate non si è comunque dato per vinto, lottando a lungo nel gruppo degli inseguitori per chiudere al settimo posto. «Dopo non aver potuto continuare il lavoro sull'assetto ieri pomeriggio a causa della pioggia, sapevamo che la quarta sessione di libere di questa mattina sarebbe stata fondamentale, specialmente per prendere confidenza con la nuova gomma anteriore a disposizione – racconta Macio – Invece, sfortunatamente, un problema ci ha tenuto ai box. Questo ci ha costretti a partire in gara senza particolari riferimenti e, vista anche una partenza non ottimale, è stata davvero dura. Comunque abbiamo raccolto indicazioni utili, che studieremo per fare ulteriori modifiche in vista di gara-2».

Rinaldi nelle retrovie
In pista con lo Junior Team anche Michael Ruben Rinaldi, diciassettesimo al traguardo dopo un cambio gomme: «In questo appuntamento abbiamo faticato un po’ più del solito ed aver perso la terza sessione di libere, con così tante nuove opzioni di pneumatici a disposizione, ha reso tutto un po’ più difficile. In gara abbiamo perso aderenza all’anteriore dopo pochi giri. Ho deciso di fare un pit stop e rientrare con una gomma diversa per fare alcune prove ed ho ripreso fiducia, quindi sono sicuro che domani potremo dire la nostra». Il team Ducati tornerà in pista domenica 8 luglio alle 9:35 locali per la consueta sessione di warm up in vista di gara-2, con partenza fissata per le ore 13. «Nonostante il meteo variabile abbia condizionato le prove libere, oggi in gara abbiamo confermato la nostra competitività – conclude il coordinatore tecnico Marco Zambenedetti – Chaz ha fatto una splendida rimonta per raccogliere un altro importante secondo posto, ed anche Marco ha corso con la solita grinta ma purtroppo è stato penalizzato dalle difficoltà incontrate questa mattina nelle quarte libere. Ora analizzeremo i dati per migliorarci ancora in vista di gara-2».