16 giugno 2019
Aggiornato 08:30
Banche

Renzi dal treno Pd rilancia su Banca Etruria: «Abbiamo salvato i correntisti, non i banchieri»

Il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi, ha parlato con i giornalisti a bordo del treno con cui sta girando l'Italia

CASTEL BOLOGNESE - «Abbiamo trovato risparmiatori di Ferrara, Etruria, Veneto, Vicenza, Marche... Con tutti tutti costoro stiamo facendo una battaglia per cercare di ristabilire la verità» su quanto avvenuto nel sistema bancario. Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, parlando con i giornalisti a bordo del treno Pd in Emilia Romagna.

Renzi: Abbiamo salvato i correntisti
Oggi Renzi ha avuto una discussione, a margine di una delle tappe, con un azionista di Banca Etruria che lo contestava. «Tant'è che alla fine anche quel signore più polemico - ha detto Renzi - ha ammesso che abbiamo salvato i correntisti. Per anni si è raccontata una serie di bugie sulla questione bancaria: non abbiamo salvato i banchieri, li abbiamo commissariati, noi abbiamo salvato i correntisti che altrimenti al mattino del lunedì non avrebbero trovato i loro risparmi in virtù della legge sul bail in assolutamente sbagliata che altri governi avevano approvato. E' una salita degna dei migliori scalatori, ma la facciamo perchè è andata così. Ricostruire la verità è un punto fondamentale e io penso che il tempo è galantuomo, per i risultati del Jobs Act, della crescita e le vicende degli scandali, anche sulle banche alla fine verrà fuori la chiarezza su ciò che è accaduto».