27 giugno 2019
Aggiornato 10:30
Emergenza clandestini

Emiliano: «Da Renzi battuta infelice, resa ancora peggio dal suo ufficio di comunicazione»

Il presidente della Puglia: «Il Pd se, insieme allo ius soli, immagina azioni di cooperazione assieme ai paesi in via di sviluppo per limitare il fenomeno in partenza, farebbe una cosa ragionevole»

ROMA - «Quella di Renzi sui migranti è stata una battuta infelice, ancora più infelice se isolata dal contesto. Eviterei ulteriori polemiche e mi concentrerei sul trovare soluzioni. Una politica che trova soluzioni concrete al problema dell'immigrazione è una politica permanente, non una politica di emergenza». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia ed esponente nazionale del Pd durante l’assemblea nazionale del Fronte democratico. «Il Pd se, insieme allo ius soli, immagina azioni di cooperazione assieme ai paesi in via di sviluppo per limitare il fenomeno in partenza, farebbe una cosa ragionevole»

Il governatore della Puglia gha proseguito: «Dobbiamo dare ai migranti delle opportunità concrete e non solo perché sono necessari, come dice Boeri, ma perché lo dicono i numeri. Faccio l'esempio di una regione agricola come la Puglia che senza lavoratori migranti non potrebbe raccogliere le sue produzioni agricole e probabilmente non potremmo fare molti altri lavori che gli italiani rifiutano. C'è però il problema non marginale dell'utilizzo illegale di questa manodopera, favorito dall'immigrazione clandestina e dalla nostra incapacità di organizzare in maniera legittima il trasferimento di questa manodopera».