Centrodestra verso le elezioni

Salvini da Biella: «Soldi per i profughi? Intanto gli italiani si suicidano per debiti»

Bagno di folla per il leader della Lega nord, che ha ri-animato per qualche attimo il centro della sonnolenta città piemontese con un comizio che ha portato in piazza centinaia di persone

BIELLA – Bagno di folla per il leader della Lega nord, Matteo Salvini, che ha ri-animato per qualche attimo il centro della sonnolenta Biella, con un comizio che ha portato in piazza centinaia di persone. Un evento più che raro in una città poco espansiva, soprattutto se ad attirare la folla delle grandi occasioni è un politico.

Soldi per i profughi, mentre gli italiani si suicidano per debiti
Il segretario del Carroccio ha esordito ricordando un triste episodio di cronaca locale, quello di due commercianti ambulanti che si sono tolti la vita per difficoltà economiche: «Non trovate incredibile che qui a Biella due coniugi abbiano deciso di farla finita perché non arrivano più alla fine del mese e lo Stato spende miliardi di euro per accogliere i profughi?», ha chiesto l'eurodeputato.

Salvini parla da candidato premier
Poi Salvini ha parlato da candiato premier e ha annunciato le prime riforme di un ipotetico governo leghista: via la legge Fornero, ha scandito, aggiungendo che sarà la «prima che cambieremo se andremo al governo», ma anche «via gli studi di settore, no all'aumento dell'Iva, sì ai prodotti made in Italy e agli asili nido gratuiti». In conclusione il numero Uno della Lega ha anche ammesso che il suo partito ha commesso «degli errori in passato chiedo scusa, in particolare per quello che non siamo riusciti a fare». Infine il saluto ai biellesi: «Quando finalmente ci manderanno a votare io mi affido a voi, voi affidatevi a me: questa piazza me la porterò a lungo nel cuore».