3 dicembre 2022
Aggiornato 03:01
La crisi del coronavirus

Matteo Bassetti: «40% dei morti potrebbero non essere legati al virus»

Il responsabile del dipartimento interaziendale di malattie infettive della Regione Liguria: «Se è vero che fino a 40% ricoverati sono con e non per Covid. Presto via obbligo mascherine anche al chiuso»

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti Foto: ANSA

GENOVA - «Se è vero, come ci dice il rapporto Fiaso e anche quello di Alisa, che oggi fino al 40% dei ricoveri nella media intensità sono pazienti ricoverati non per il Covid ma con il Covid, potrebbe anche darsi che il 40% dei decessi siano con Covid e non per il Covid». Lo ha detto il professor Matteo Bassetti, responsabile del dipartimento interaziendale di malattie infettive della Regione Liguria, rispondendo alla domanda di un giornalista durante una conferenza stampa per fare il punto sulla situazione Covid in Liguria.

«Presto via obbligo mascherine anche al chiuso»

«Oggi finalmente lanciamo via l'obbligo delle mascherine all'aperto nell'attesa di farlo presto anche al chiuso. Gli ospedali non sono più in affanno per il Covid e si vede una luce all'orizzonte sempre più forte. Torniamo alla vita che abbiamo sempre fatto prima del Covid. Siamo protetti per oltre il 90% dalle forme gravi grazie alle vaccinazioni e alla guarigione».

«Oggi essere positivo al Covid per chi è protetto - sottolinea Bassetti - equivale, nella stragrande maggioranza dei casi, a una forma influenzale. Finiamola di pensare alla positività Covid come l'anticamera del patibolo. I vaccini hanno depotenziato gli effetti gravi di questo virus. Bisogna tornare - ha concluso l'infettivologo - a uscire a cena, a viaggiare, a divertirsi, a ballare e a pensare al futuro in maniera positiva. Viva la vita!».

«Sbagliato continuare ad invitare i no vax in tv»

«Trovo assolutamente sbagliato e controproducente continuare ad invitare nelle varie trasmissioni televisive esponenti del mondo no-vax. Dopo la mia partecipazione a Zona Bianca di ieri dalla quale me ne sono andato per evitare di continuare ad ascoltare tesi e posizioni pericolose e talvolta folli - ha sottolineato Bassetti - ho ricevuto una quantità enorme di insulti, minacce di morte e attacchi meschini a me e ai miei famigliari. Purtroppo questi sono gli unici argomenti di cui la maggioranza dei no vax dispone: violenza, pressappochismo, anti-scienza e complottismo. Chi gli dà spazio sbaglia».