27 settembre 2022
Aggiornato 20:01
Covid-19

Walter Ricciardi in pressing sull'estensione del super Green Pass: «Rischiamo stesso film del 2021»

Il consigliere scientifico del Ministro della Salute: «Nuove varianti, rialzo contagi, attenuazione estiva e nuove ondate»

Walter Ricciardi
Walter Ricciardi Foto: ANSA

Il rischio è che il 2022 sia «l'anno della marmotta», cioè molto simile al 2021. Walter Ricciardi, consigliere scientifico del Ministro della Salute e professore di Igiene all'università Cattolica, non riesce a essere granché ottimista nemmeno a Capodanno. «Rischiamo di rivivere un film già visto», spiega in un'intervista al quotidiano La Stampa. «Nuove varianti, rialzo di dei contagi, fase di attenuazione e relativa tranquillità in estate e poi nuove ondate in autunno e inverno».

Perenne stato pandemico

«Se continuiamo a far circolare il virus non andiamo verso l'endemia, ma verso un perenne stato pandemico: solo con un numero di casi basso si può pensare di convivere con un virus. Ma questo virus reinfetta, la stessa persona può contagiarsi più volte: se pensiamo di adattarci a lui, ci castigherà. Guardate cosa succede in Gran Bretagna, dove si erano illusi e hanno rinviato le chiusure in questo periodo natalizio, ora probabilmente dovranno fare un lockdown», commenta Ricciardi.

Il super Green pass va assolutamente esteso

Il nostro governo invece ha preso le misure giuste o serviva qualcosa in più? «Una parte importante del governo, dal ministro della Salute allo stesso premier, voleva fare di più. Il super Green pass va assolutamente esteso subito a tutte le attività, lavorative e sociali. Gennaio sarà un mese molto complicato, con un aumento esponenziale dei casi, arriveremo a centinaia di migliaia di contagiati al giorno. Per assistere a una discesa dovremo aspettare febbraio, a patto di aggredire il virus e questa variante che raddoppia ogni giorno e mezzo: bisogna prendere le misure adeguate e spingere di più sulla campagna vaccinale», sottolinea Ricciardi.