9 dicembre 2021
Aggiornato 08:30
La crisi del Covid

Silvio Brusaferro: «Vaccino ai bimbi è sicuro, genitori possono fidarsi»

Il Presidente dell'Istituto superiore di sanità e portavoce del Comitato tecnico scientifico: «Contagiarsi non è una libertà, va evitato il più possibile»

Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità e portavoce del Comitato tecnico scientifico
Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità e portavoce del Comitato tecnico scientifico Palazzo Chigi

«Tutti i vaccini, compresi quelli per i bambini, superano test e valutazioni molto rigorose. Non sono prodotti sperimentali, sono vaccini sicuri ed efficaci. I vaccini si stanno dimostrando estremamente efficaci nel prevenire la malattia grave. La protezione nei confronti di ricovero e decesso resta superiore al 90%. Sei mesi dopo la seconda dose l'efficacia diminuisce invece nei confronti del contagio. Se i vaccinati possono infettarsi, è anche possibile che trasmettano il virus. Quindi è importante mantenere le mascherine anche se immunizzati. La nostra difesa contro il virus oggi si regge su due gambe: vaccinazione e comportamento prudente, fatto di mascherine, distanza e lavaggio delle mani». Così in una intervista a La Repubblica Silvio Brusaferro è presidente dell'Istituto superiore di sanità e portavoce del Comitato tecnico scientifico.

«Contagiarsi non è una libertà»

Per Brusaferro «contagiarsi non è una libertà, è qualcosa che va evitato il più possibile. Chi decide di rischiare di contagiarsi non vaccinandosi e non adottando comportamenti prudenti mette in pericolo sé stesso, e vediamo che il Covid può avere strascichi importanti per la salute anche nel lungo periodo. Mette in pericolo i più fragili che potrebbe infettare, e che pagano il dazio più alto a questa pandemia in termini di sofferenza. Mette poi a rischio il sistema sanitario, che potrebbe non essere in grado di assistere in tempo persone con altre malattie».

Quanto alle pillole antivirali, per il presidente dell'Iss non sostituiranno i vaccini: «Sono strumenti diversi, e ben venga che scienza e tecnologia arricchiscano la nostra cassetta degli attrezzi. Lo strumento base resta il vaccino. Laddove un contagio dovesse avvenire comunque, in più avremmo la possibilità di usare un farmaco facile da somministrare».

Pregliasco: «Super Green passa da lunedì o rischiamo il Natale»

«Se il super green pass entrasse in vigore dalla prossima settimana potremmo riuscire a salvare il Natale, se questo accadesse dopo si rischia di non riuscirci. Io però lo introdurrei già da lunedì prossimo». Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il virologo dell'Università Statale di Milano e direttore Anpas Fabrizio Pregliasco.