21 maggio 2019
Aggiornato 14:30
Elezioni comunali

Roccaforti rosse addio: il centrodestra a trazione Lega si prende buona parte dello Stivale

Il centrodestra unito e trainato dalla Lega fa cappotto e annienta anche le ultime roccaforti rosse italiane

Il nuovo sindaco di Siena Luigi De Mossi festeggia i risultati del ballottaggio delle elezioni amministrative
Il nuovo sindaco di Siena Luigi De Mossi festeggia i risultati del ballottaggio delle elezioni amministrative ( ANSA )

ROMA - Così il centrodestra unito e trainato dalla Lega fa cappotto e annienta anche le ultime roccaforti rosse italiane. L’affluenza è crollata: dal 60,42% del primo turno al 47,6%. Questa la fotografia dei ballottaggi, che registrano sui territori il tracrollo del Pd, già osservato alle elezioni politiche del 4 marzo: in Toscana e in Emilia Romagna, storicamente considerate regioni di sinistra, i comuni chiamati al voto hanno voltato le spalle al Pd, che perde dopo oltre quarant’anni Pisa, dove diventa sindaco con il 52,3% Michele Conti, scelto dalla Lega e da Fratelli d’Italia e sostenuto da Forza Italia. A Massa vinche il leghista Francesco Persiani, che travolge con il 56,6% il sindaco uscente del Pd Alessandro Volpi. A Siena, città simbolo dello scandalo Mps, Luigi De Mossi del centrodestra la spunta per poco (50,8%) sul primo cittadino uscente Bruno Valentini. Il centrodestra si afferma anche a Terni, dove il candidato pentastellato Thomas De Luca è stato battuto con il 63% da Leonardo Latini, esponente della Lega. Il centrodestra si porta a casa anche Viterbo, dove Giovanni Arena con il 51,1% sconfigge la candidata civica Chiara Frontini. 

Il M5s vince a Imola e Avellino
A Imola vince invece il Movimento 5 stelle: Manuela Sangiorgi con il 55% dei voti ribalta il risultato del primo turno e strappa al centrosinistra un comune rosso da 73 anni. Aiutata anche dalla Lega, che qui aveva invitato a votare la candidata pentastellata. I 5 stelle vincono anche ad Avellino, dove a chiudere la campagna elettorale era arrivato Luigi Di Maio: Vincenzo Ciampi con il 59,5% vince su Nello Pizza, candidato del centrosinistra. In Sicilia a Messina il candidato civico di area Udc Caetano De Luca vince con il 65,3% contro il centrodestra; a Ragusa, comune amministrato dai 5 stelle, Giuseppe Cassì vince con il 53,1% contro il pentastellato Antonio Tringali; a Siracusa invece si afferma il centrosinistra con Francesco Italia (53%) contro Ezechia Paolo Reale del centrodestra.

La sinistra resta solo ad Ancona e Brindisi
Il centrosinistra ha vinto ad Ancona, unico capoluogo di regione chiamato al voto in questi ballottaggi: Valeria Mancinelli ha superato con oltre il 60% lo sfidante del centrodestra Stefano Tombolini. Va bene anche in Puglia per il centrosinistra che vince a Brindisi dove il nuovo sindaco è Riccardo Rossi. A Imperia, in Liguria, l’ex ministro Caludio Scajola, appoggiato da quattro liste civiche, vince la sfida tutta nel centrodestra sconfiggendo Luca Lanteri, candidato del centrodestra.