«Cinico, irresponsabile, vomitevole»: il governo italiano secondo Macron (che si scopre improvvisamente solidale)

Quell'Europa che si è sempre disinteressata al problema dei migranti, lasciandoci soli, ora si scopre improvvisamente molto solidale
Il presidente francese Emmanuel Macron
Il presidente francese Emmanuel Macron (EPA/LUDOVIC MARIN / POOL MAXPPP OUT)

PARIGI - Quell'Europa che si è sempre piuttosto disinteressata al problema dei migranti, lasciandoci soli, come ammesso da alcuni convinti europeisti, ora si scopre improvvisamente molto solidale. A paladino della giustizia si erge soprattutto Emmanuel Macron. "Dall'Italia cinismo e irresponsabilità" sul caso della nave Aquarius. Così si è espresso il presidente francese, secondo quanto riferito dal portavoce del governo al termine del Consiglio dei ministri francese. La Francia, si apprende da fonti governative di Parigi citate da Bfm-Tv, avrebbe proposto alla Spagna di inviare eventuali aiuti sul posto a Valencia per assistere i migranti. In un secondo momento, il partito di Macron En Marche è andato persino oltre: la posizione del governo italiano sui migranti è "vomitevole" è arrivato a dire il portavoce del partito di maggioranza francese, Gabriel Attal. A una domanda sulla chiusura dei porti, il deputato ha denunciato la posizione assunta da Salvini, assicurando che anche la Francia cerca una "soluzione». Ma Parigi, si sa, dal Mediterraneo è assai lontana.

La proposta della Corsica
Richiamandosi al diritto internazionale, che impone di andare nel porto più vicino e più sicuro, sembra esclusa la possibilità che la nave possa arrivare in un porto francese, sia esso Bastia o Marsiglia. La Corsica ha dal canto suo avanzato l'idea di accogliere e soccorrere i 629 profughi. La proposta del presidente dell'Assemblea, l'indipendentista Jean-Guy Talamoni, è stata chiara: "L'Europa deve affrontare la questione umanitaria in modo solidale. Tenuto conto della localizzazione della nave e dell'emergenza, la mia opinione è che sarebbe naturale aprire un porto corso per dare soccorso a queste persone in difficoltà». Oggi tutti si sono svegliati più buoni, evidentemente. Oggi, però.

Socialisti Ue contro Salvini: "Poveretto"
A Bruxelles i socialisti europei hanno bollato Salvini con un bel "poveretto". "Quello che fa il ministro dell'Interno Matteo Salvini, per dimostrare le proprie idee con la forza e a scapito di donne incinte, dimostra quanto possa essere poveretto" ha affermato il leader dei Socialisti e democratici al Parlamento europeo, Udo Bullmann, aggiungendo che "questo è un cambiamento della politica italiana che non è difendibile». Il governo giallo-verde, a trazione leghista, all'Europa proprio non va giù, e non perdono occasione di rimarcarlo. Attraverso i mercati, e non solo.

La Spagna minaccia un'azione contro l'Italia
Dal canto suo, la Spagna che accoglie punta il dito contro l'esecutivo italiano: "L'Italia rischia responsabilità penali. Non é questione di buonismo o generosità, ma di diritto umanitario. Ci possono essere responsabilità penali internazionali per la violazione dei trattati sui diritti umani" ha detto il ministro della Giustizia spagnola, Dolores Delgado.