31 ottobre 2020
Aggiornato 20:00
Centrodestra

«Il reddito di cittadinanza non serve»: la lettera di Mara Carfagna al «suo» Sud

Sulle colonne del Corriere del Mezzogiorno la deputata campana di Forza Italia spiega perché «non è il momento di misure assistenzialiste»

ROMA - «Il reddito di cittadinanza è una misura assistenzialista che non risolve i problemi del Sud ma rischia di aggravarli. Al Mezzogiorno serve altro: occorre catalizzare le energie che ci sono creando le condizioni per lo sviluppo, non assopendole con interventi-tampone, dispersivi e non strategici». Così Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputato di Forza Italia in una lettera pubblicata sul Corriere del Mezzogiorno. «Non posso però essere d'accordo con Flavio Briatore quando afferma che i meridionali rimasti al Sud non vogliono lavorare e preferiscono stare sul divano e che quelli andati via non tornerebbero. Generalizzando si creano sempre letture distorte della realtà che non giovano al cambiamento sostanziale», prosegue la deputata campana. 

«Chi lascia il Sud diventa un'eccellenza al Nord o all'estero»
«I meridionali hanno dimostrato di avere qualità e risorse fuori dal comune, che emergono in contesti favorevoli e positivi. Così chi dal Sud va all'estero o in altre parti d'Italia diventa di frequente un'eccellenza e un riferimento per le comunità. Ma il punto è che chi resta, pur avendo valori e capacità, passione, voglia di fare, spesso non ha gli strumenti per potersi esprimere e per mettersi in luce. Il problema allora non è delle persone del Sud ma di un contesto sfavorevole, aggravato da profonde disuguaglianze tra le aree del Paese. E' su questo che bisogna lavorare, realizzando infrastrutture, contrastando la criminalità organizzata, rendendo l'ambiente maggiormente favorevole agli investimenti», conclude Carfagna.

Briatore contro il «Sud»
Le parole di Mara Carfagna sono una risposta all'attacco di Flavio Briatore che, a La Zanzara, ha criticato fortemente il reddito di cittadinanza, soprattutto se destinato a chi vive al Sud: «Se adesso danno pure un reddito di cittadinanza, questa mi sembra una follia vera. Per me è una follia perché paghi la gente che sta sul divano. Sul divano ci sono già gratis, poi addirittura li paghi. Prenderanno il divano a due piazze». E sugli investimenti nel Meridione, Briatore scaglia il secondo sasso: «No, non ci sono le condizioni, non ci sono le infrastrutture. Ci sono difficoltà enormi. La gente non ha voglia, e chi ce l’aveva è andato via dal Sud».