18 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
Governo

La rivelazione del New York Times sul curriculum di Giuseppe Conte

La stampa internazionale non accoglie con favore l'indicazione di Giuseppe Conte come primo ministro

Giuseppe Conte, indicato da M5s e Lega come nome per la premiership
Giuseppe Conte, indicato da M5s e Lega come nome per la premiership ANSA

ROMA - Un uomo elegante, dal prestigioso curriculum accademico, ma poco conosciuto e del tutto inesperto in politica. Così la grande stampa internazionale definisce, quasi unanimemente, Giuseppe Conte, il professore indicato da M5S e Lega al presidente Sergio Mattarella come il nome prescelto per la guida del prossimo governo italiano. «I populisti italiani si avvicinano al potere, con una scelta poco nota per il ruolo di primo ministro». Così il New York Times in un lungo articolo in cui Giuseppe Conte è indicato come uomo «elegante», amante dei «gemelli» e del «fazzoletto da taschino», con conoscenze in Vaticano e frequentazioni di prestigiose università internazionali, tra cui la New York University, smentita però dalla portavoce di quest’ultima, secondo la quale una persona con questo nome non esiste nei registri dello stesso ateneo.

"Novizio politico"
«Giuseppe Conte, un novizio della politica, è sul punto di diventare primo ministro italiano», è invece il titolo scelto dal Washington Post. «Conte è un avvocato con una reputazione accademica consolidata ma un nome praticamente sconosciuto nella politica italiana. Ora, è sul punto di diventare il leader di questo paese», sottolinea il quotidiano statunitense. Analogo il titolo scelto dal Financial Times: «Il novizio politico Giuseppe Conte proposto come primo ministro italiano». Nello stesso articolo, si ricordano anche le indicazioni di Giampiero Massolo come nuovo capo della diplomazia e Giancarlo Giorgetti alla guida delle Finanze. «Il poco conosciuto professore Giuseppe Conte nominato primo ministro italiano», titola The Times, ricordando che il presidente Mattarella discuterà oggi del nome indicato da M5S e Lega con i presidenti di Senato e Camera. Scelta diversa per il Guardian, che punta sulla reazione dei mercati. «I mercati italiani in tumulto mentre un politico novizio emerge come favorito per la premiership». I mercati finanziari italiani sono «in subbuglio» mentre il paese attende notizie sulla nomina a prossimo primo ministro di «un professore di giurisprudenza sconosciuto senza alcuna esperienza politica».

I francesi
Per il francese Le Figaro, in Italia la «coalizione antisistema è pronta a partire». Il professore, indicato da Lega ed M5S al presidente Mattarella, viene descritto in un articolo a lui dedicato come un uomo dall'»eleganza classica di un italiano raffinato», «senza affiliazione politica marcata né esperienza nella gestione degli affari pubblici». Il sito di Le Monde sceglie invece di puntare sui contenuti del contratto tra M5S e Lega. «Italia: cosa contiene il programma del governo tra la Lega e il M5S?». Nell’articolo, al cui interno si ricorda l’indicazione di Conte al presidente Mattarella, si spiega che «questo testo tenta una sintesi tra la retorica del M5S sull’ambiente e le nuove tecnologie e quella sull’anti-immigrazione e l’anti-islam della Lega». «Giuseppe Conte, un professore di diritto senza esperienza politica», è il titolo scelto da El Mundo. «Il nome concordato dalla Lega e dal M5S per governare l’Italia è noto per le sue posizioni sulla fine della burocrazia legislativa e per la promozione della meritocrazia. «Come primo ministro in Italia si prospetta un professore sconosciuto», gli fa eco El Pais, che ricorda il suo «curriculum accademico brillante» e il «profilo assolutamente tecnico». «Sarà il quinto premier consecutivo non eletto» in Italia, aggiunge il quotidiano.

Bild ironico
«Questo professore universitario dovrebbe governare l’Italia!» è il titolo, sarcastico, della Bild, a corredo di una foto di Giuseppe Conte. «Professore universitario e avvocato a Firenze, ha un’impressionante carriera nelle migliori università internazionali e viene dalla cerchia di cinque stelle. Ma può guidare anche un governo?!» si interroga il quotidiano. «Tra l’orrore e la tragicommedia», la Suddeutsche Zeitung spiega invece che «per l’Italia inizia un esperimento rischioso»: «il movimento di protesta dei Cinque Stelle si unisce alla Lega, un partito della destra dura nello stile del Fronte nazionale francese. Gli esperti prevedono una breve vita per il nuovo governo».

I russi
In Russia, tutta la stampa dà l’annuncio della scelta di Conte, concordando che sia poco conosciuto – le agenzie hanno pubblicato già ieri dettagliati profili – ma anche evidenziando il fatto che la sua scelta ha sconfitto il generale scetticismo sulla possibilità che Lega e Cinque Stelle potessero trovare una figura di comune accordo. In particolare, l’autorevole quotidiano Vedomosti titola su «Giuseppe Conte, nuova figura nella politica italiana», ma si sofferma piuttosto sulla scelta che il presidente Mattarella dovrà fare riguardo la nomina, in un clima di inquietudine a livello europeo e anche sulla scena italiana. «Bisogna rassicurare in qualche modo i politici europei e il modo migliore sarebbe una prima votazione e una prima legge adottata all’unanimità: quanto prima avverrà, meglio sarà», conclude l’articolo-commento. Mentre il Moskovsky Komsomolets pubblica un’analisi delle prospettive in politica estera che si aprirebbero con il governo Lega-M5S, dall’eloquente titolo «l’Italia chiederà di revocare immediatamente le sanzioni» contro la Russia, che il nuovo esecutivo non considererebbe «più una minaccia».