20 novembre 2019
Aggiornato 23:30
Governo

Governo, Crimi: a Casellati confermeremo veto su Berlusconi

"Fico premier? Il nostro candidato è Di Maio", afferma Vito Crimi

Vito Crimi.
Vito Crimi. ANSA

ROMA - «Un incarico a Fico? Sta al presidente Mattarella scegliere, ma Fico o Casellati sono incarichi di tipo istituzionale, certamente non di tipo politico. Secondo me la scelta di Mattarella ricadrà su chi ritiene più idoneo a portare avanti il dialogo. Lo scenario è Di Maio Premier. Alla Casellati diremo le stesse cose che abbiamo detto a Mattarella. Il veto su Silvio Berlusconi resterà, perché rappresenta il non-cambiamento. Vogliamo dare una sferzata al modo di fare politica». Così Vito Crimi, senatore M5S poco fa ai microfoni di Giorgio Zanchini a Radio anch'io (Rai Radio1).

Terzo nome
Anche l'ipotesi di un nome terzo, avanzata ieri da Salvini, viene bocciata dai 5s, che con Danilo Toninelli, a 6su radio1, replicano: «E' un'ipotesi che non sussiste. Il mandato esplorativo dato ai presidenti delle camere è un incarico di natura istituzionale. Roberto Fico oggi è una figura istituzionale e se dovesse ricevere il mandato esplorativo lo farà con la funzione istituzionale, e non di partito, che quell'incarico necessita».

Taverna: abbiamo fatto il possibile
Posizione confermata anche dalla grillina Paola Taverna:  «Noi con grande responsabilità e coerenza abbiamo fatto tutto il possibile per far partire un governo di rinnovamento, abbiamo proposto un contratto» ha detto la vice presidente del Senato, a DiMartedì su La7. «Noi - ha aggiunto - crediamo che Berlusconi sia un retaggio del passato che non possa essere nel progetto di un governo di rinnovamento, per questo abbiamo fatto le nostre proposte ai partiti che hanno avuto il maggior successo, Lega e Pd».