18 gennaio 2020
Aggiornato 11:00
Governo

Beppe Grillo loda Salvini ma sul governo con la Lega resta sibillino

Dopo l'intesa sui presidenti delle Camere, si guarda al Governo. E Beppe Grillo la pensa così

Beppe Grillo.
Beppe Grillo. ANSA

ROMA - Matteo Salvini ha già aperto a un governo tra centrodestra e Movimento Cinque Stelle: ma cosa ne pensa Beppe Grillo? Il fondatore del Movimento, lasciando l'Hotel Roma, dove è solito alloggiare in occasione degli impegni politici, rivolto ai cronisti elogia Matteo Salvini, con parole che in parte richiamano quello che lo stesso Di Maio aveva detto nell'intervista di oggi al Corriere della Sera. «Di Maio parla troppo con Salvini? Non lo so, però so che Salvini è uno che quando dice una cosa poi la mantiene e questa è una cosa rara».

A chi l'incarico?
Quando però gli viene chiesto a chi darebbe l'incarico di governo, Beppe Grillo resta sul vago: «Direi Di Maio chiaramente, ma sarà  il Presidente della Repubblica che darà  l'incarico non io!». E aggiunge sibillino: «Tutto il resto, nomi, formule, alleanze, sono illazioni che fate voi. Qui dobbiamo cambiare il Paese, e lo stiamo cambiando. Di Maio? Ma lasciatelo lavorare bene, in pace, tranquillo». 

Governo Salvini-Di Maio

Anche sull'ipotesi di un governo con la Lega, Grillo resta vago: «Governo Di Maio-Salvini? Non so cosa succederà, io di queste cose di post politica, di post cronaca, non me ne occupo, se ne occupano dei ragazzi straordinari. Cercate di pensare cosa ha passato in questi anni Luigi Di Maio una pressione incredibile, ed è venuto fuori da grandissimo politico», confida all'Adnkronos. Una vaghezza che, nel più politico degli stili, può preludere a tutto e al suo contrario. Staremo a vedere.