12 dicembre 2019
Aggiornato 22:30
Elezioni regionali

Pirozzi: «Tajani mi ha offerto un posto nel governo, ora sono indegno?»

Il sindaco di Amatrice e candidato alla presidenza della regione Lazio: «Ho rifiutato tutto. Ma perché centrodestra non vuole me presidente Regione?»

ROMA - «Ho incontrato circa 10 giorni fa Tajani, da soli, e mi è stato fatto un discorso: se volevo fare il vicepresidente della Regione e ho detto di no, se volevo un posto di Parlamento e ho detto di no, anche se aspiravo a un ruolo nel Governo, ma per andare al Governo devi andare a vincere e poi quando accade tutto quello che era bianco diventa nero». Lo ha affermato il sindaco di Amatrice e candidato alla presidenza della regione Lazio, Sergio Pirozzi, nel corso di un incontro con i giornalisti nella sede del suo comitato elettorale a Roma.

Renzi voleva sfruttare l'immagine di un uomo che rappresentava una tragedia
«Ringrazio tutti per la fiducia, da Renzi fino agli ultimi che mi hanno offerto un posto in Parlamento, ma ho capito che sarebbe stato per lo sfruttamento dell'immagine di un uomo che rappresentava una tragedia: sarei stato funzionale a prendere voti e poi sarei diventato uno che schiaccia i pulsanti. La Regione invece incide sulla sanità, sui rifiuti, sul lavoro, sul terzo settore, sul sociale, sull'urbanistica, sulla protezione civile, sulla vita dei cittadini: è chiaro che è un percorso molto più difficoltoso e so che può dar fastidio». «Perché - ha domandato Pirozzi - sarei degno di tutto ma non di fare il presidente della Regione? Non chiedetelo a me, qualcuno dice in generale che non sono controllabile ma non so cosa significa, penso solo che se una cosa è giusta allora va fatta»