17 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Sindacati

Il duro attacco della Camusso a Di Maio sul lavoro

La leader della Cgil parla a Napoli dal palco della festa di Mpd in occasione dell'ultimo dibattito incentrato sul lavoro

NAPOLI - Per Susanna Camusso le parole di Di Maio sul sindacato sono un attacco lanciato perché «noi siamo radicati tra le persone. Siamo tutto ciò che oggi la politica non è più. Siamo la negazione dell'idea che tutto si possa risolvere con un click». La leader della Cgil parla a Napoli dal palco della festa di Mpd in occasione dell'ultimo dibattito incentrato sul lavoro. «Forse dovremmo cominciare a recitare la costituzione» ammonisce ricordando che «le organizzazioni dei lavoratori sono un contrappeso fondamentale della democrazia»«Uno dei grandi problemi oggi - aggiunge Camusso - è il pensare che si possa fare tutto con i click, in modo virtuale. Si è disimparato a parlare di lavoro, ad affrontare il tema della disuguaglianza. Oggi è più facile dire 'togliamo di mezzo chi rappresenta i lavoratori' piuttosto che capire le ragioni della mancanza di lavoro e prendersi la responsabilità di indicare strade». Oggi, conclude la sua analisi la leader Cgil, «non si è capaci di pensare alle conseguenze di ciò che si dice».