23 febbraio 2020
Aggiornato 22:00
Cultura e storia

Genova, percorsi d'arte ed archeologia ai Giardini Luzzati

Continuano anche a luglio e agosto gli appuntamenti in cui EnjoyGenova svela il cuore nascosto della città attraverso esperienze inedite che partiranno dall'Area Archeologica Giardini Luzzati

Genova, percorsi d'arte ed archeologia ai Giardini Luzzati
Genova, percorsi d'arte ed archeologia ai Giardini Luzzati Shutterstock

GENOVA – Anche a luglio e agosto continuano le visite guidate di EnjoyGenova, che svelano il cuore nascosto della città. L'attenzione è puntata sulla ricchezza inedita e sconosciuta del patrimonio archeologico. Tutti i venerdì pomeriggio sarà possibile partecipare a una visita dell’area archeologica dei Giardini Luzzati, che custodisce preziosi reperti di epoca romana tra cui spiccano i resti dell’anfiteatro di Genova, un pozzo del IV secolo, testimonianza di quando l’arena fu trasformata in campo coltivato, e strutture medievali e post medievali costruite dal XII secolo in poi. Un itinerario partecipativo che invita il pubblico a seguire attivamente l’evoluzione di questo spazio nel cuore della città, per iniziare definirne l’identità a partire dal contributo di coloro che la frequenteranno. Ecco i prossimi appuntamenti: venerdì 21 luglio e venerdì 25 agosto alle 17 presso l'Area Archeologica Giardini Luzzati si terranno le visite guidate al sito archeologico: 2000 anni di storia in un solo luogo. L'incontro porterà il visitatore a scoprire i ricchi reperti di epoca romana, tra cui spiccano i resti dell’anfiteatro di Genova, un pozzo del IV secolo, memoria di quando l’arena fu trasformata in campo coltivato, strutture medievali e post medievali costruite dal XII secolo in poi. Sono «lavori in corso permanenti», che invitano il pubblico a seguire attivamente l’evoluzione dell’allestimento dell’area e la continua ridefinizione della sua identità, attraverso il contributo di tutti coloro che lo frequenteranno. Un luogo nuovo e antico, nel cuore del Centro Storico di Genova, nel quale poter partecipare a diverse proposte. Prezzo della visita euro 4, bambini euro 1 Prenotazione obbligatoria.

Orienteering e colore
Il 28 luglio alle 17 si terrà il venerdì dei Giardini Luzzati: alla scoperta della città. Orienteering archeologico. Molto spesso una città la si vive ma non la si conosce interamente. Scoprire Genova con l’orienteering archeologico darà la possibilità di conoscere la storia della propria città giocando. Lo sapevate che un tempo a Genova le torri erano costruite sopra la città, in modo pericoloso, col rischio che crollassero da un momento all’altro? Ma tuttavia importanti, anzi indispensabili per il loro potere. Oggi solo alcune sono visibili e bisogna cercarle cambiando il normale «punto di vista», come in una vera caccia al tesoro. Il percorso inizierà dall’Area Archeologica Giardini Luzzati , scoprendo quanto la Genova romana abbia influenzato la città medievale. Si formeranno delle squadre e, mappe di orienteering alla mano, si partirà alla ricerca delle torri cittadine, attraverso il dedalo dei vicoli del centro storico. Non sarete soli, ma accompagnati da archeologici professionisti che vi aiuteranno a svelare le curiosità di queste strutture attraverso l’archeologia degli elevati e la storia delle famiglie a cui appartenevano, il tutto secondo le regole dell’orienteering. Prenotazione obbligatoria. Durata circa 1 h e 30 minuti. Prezzo del laboratorio euro 6 intero, euro 4 ridotto tesserati Giardini Luzzati.
Il 4 agosto alle 17 appuntamento con il Venerdì dei Giardini Luzzati: mi esprimo attraverso il colore: un laboratorio creativo di pitture rupestri. Partendo da immagini di pitture rupestri, realizzate nelle grotte all’inizio del Paleolitico superiore, resistendo per millenni fino a noi, perché al riparo dalla pioggia e dal vento, imparerete a dipingere come uomini della preistoria! I soggetti più rappresentati in queste raffigurazioni sono animali selvaggi, come il bisonte, il mammut, il cervo, scene di caccia e tantissime impronte di mani. Per realizzare queste opere d’arte, venivano usati colori vivaci ottenuti mescolando terra, polvere, minerali, acqua e grasso. Il colore, poteva essere applicato alle pareti con le dita o con elementari tamponi e pennelli realizzati con quello che avevano a disposizione come ciuffi di peli, di muschio o erba e così faremo anche noi dando sfogo alla creatività di ogni bambino. Prenotazione obbligatoria. Durata circa 1 h e 30 minuti. Prezzo del laboratorio euro 6 intero, euro 4 ridotto tesserati Giardini Luzzati. Prenotazione obbligatoria: 335 1278679, enjoygenova@archeologia.it, www.enjoygenova.it.