4 agosto 2020
Aggiornato 22:00
Dal libro Avanti

Renzi racconta: quando Agnese mi bacchettò per quel volo di Stato...

Dopo aver riservato ai principali quotidiani nazionali anticipazioni tratte dalle parti più politiche del suo nuovo libro, a Chi l'ex premier ha concesso un particolare intimo della sua vita: il rapporto con la moglie Agnese

Il segretario Pd Matteo Renzi e la moglie Agnese Landini
Il segretario Pd Matteo Renzi e la moglie Agnese Landini ANSA

ROMA - L'efficace operazione di lancio del libro di Matteo Renzi, Avanti, prosegue, mentre le anticipazioni concesse a spizzichi e bocconi alla stampa continuano a far parlare il mondo della politica e non solo. E se ai quotidiani principali sono state riservate le riflessioni di Renzi concernenti il futuro dell'Italia e dell'Europa, al settimanale «Chi» l'ex premier e attuale segretario Pd ha concesso un particolare intimo della sua vita, il rapporto con la moglie Agnese.

Il rapporto con Agnese
«Mia moglie Agnese è la mia forza. Nei mille giorni che ho trascorso al governo è stata una presenza costante e discreta, che mi ha accompagnato anche nelle fatiche, nelle tante difficoltà", racconta Renzi. Che descrive come una delle tante polemiche che hanno investito il suo mandato ha avuto ripercussioni sulla vita di coppia. 

Il litigio sul volo di Stato
«Agnese c'è anche quando litighiamo», rivela Renzi. Una donna forte e discreta, dunque, che però non rinuncia a far valere le sue ragioni. Lo ha fatto, racconta l'ex presidente del Consiglio, anche quando l'uso di un volo di Stato per una vacanza in famiglia scatenò il dibattito e le critiche. "Per esempio, non mi perdona il fatto di aver preso l'aereo di Stato per andare a sciare ad Aosta, dove trascorro il primo capodanno da premier. Tutto perfettamente legittimo, anzi previsto dal protocollo di sicurezza. Ma dall'anno dopo le vacanze sulla neve si fanno partendo in macchina, 'oppure te le fai da solo: perché io non voglio dover sopportare polemiche assurde per colpa tua'».