2 giugno 2020
Aggiornato 07:00
Stop al voto

Elezioni amministrative 2017, exit poll e primi risultati

Alle ore 23 in punto si sono chiuse le urne nei 1.004 comuni chiamati al voto per rinnovare le amministrazioni. Secondo i primi exit poll il Movimento 5 stelle è fuori dai ballottaggi dei 4 capoluoghi di regione

Secondo i primi exit poll il Movimento 5 stelle è fuori dai 4 capoluoghi di Regioni.
Secondo i primi exit poll il Movimento 5 stelle è fuori dai 4 capoluoghi di Regioni. ANSA

ROMA – Stop al voto. Alle ore 23 in punto si sono chiuse le urne nei 1.004 comuni chiamati al voto per rinnovare le amministrazioni. L'affluenza rilevata intorno alle ore 19 era stata intorno al 42,35% in 849 centri chiamati al voto (il dato è stato diffuso dal Viminale, ma non tiene conto delle comunali in corso in Friuli Venezia Giulia e Sicilia). Nelle precedenti elezioni omologhe del 2012 alle ore 19 la percentuale dei votanti si era attestata al 37,7%, ma si era votato in due giorni. I risultati definitivi arriveranno solo nel cuore della notte, ma secondo i primi exit poll il Movimento 5 stelle è fuori dai ballottaggi dei 4 capoluoghi di regione: Genova, L'Aquila, Palermo e Catanzaro.

Genova e Parma
La tornata amministrativa odierna interessa, in particolare, quattro capoluoghi di Regione (Genova, L'Aquila, Palermo e Catanzaro) e ben 21 di provincia: Alessandria, Asti, Belluno, Como, Cuneo, Frosinone, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Verona, Taranto e Trapani. A Genova vanno al ballottaggio del 25 giugno i candidati del centrosinistra, Gianni Crivello tra 33% e 37%, e del centrodestra, Marco Bucci con le stesse percentuali. Altra nota dolente per il Movimento 5 stelle è quella di Parma.

Catanzaro
Il sindaco uscente di Parma, l'ex grillino che ha dichiarato guerra a Beppe Grillo e si è candidato con una lista civica, Federico Pizzarotti, ha raggiunto tra il 28% e il 42%. Se la vedrà al secondo turno con Paolo Scarpa del centrosinistra che a sua volta ha raggiunto tra il 28% e il 32%. A Catanzaro, invece, Sergio Abramo (candidato del centrodestra) con il 31-35% va al ballottaggio con Nicola Fiorita (Lista Civica) al 30-34%.

Catanzaro, Taranto e Verona
La città di Catanzaro aveva raggiunto l'affluenza più alta intorno alle ore 19, superando tutte le altre città italiane. A Palermo il sindaco uscente, Leoluca Orlando, ha conquistato più del 40% delle preferenze, mentre Fabrizio Ferrandelli (centrodestra) è fermo al 26-30%. A Taranto, in base al primo exit poll di Ipr Marketing-Istituto Piepoli per la Rai, la candidata sindaca Stefania Baldassarri (centrodestra) è al 16-20%, Rinaldo Melucci (centrosinistra) al 14-18%, Francesco Nevoli (M5S) al 13-17%; Mario Cito (lista civica) 13-17%. A Verona la candidata sindaca Orietta Salemi (centrosinistra) è al 22-26%, Federico Sboarina (centrodestra) al 22-26%, Patrizia Bisinella (civica) al 18-22%, Alessandro Gennari 9-13%. La partita di Taranto invece è ancora aperta e ci sono ben cinque candidati testa a testa.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal