Casaleggio scrive al Corriere

Le 7 frasi salienti della lettera di Davide Casaleggio al Corriere della Sera

Davide Casaleggio, figlio del fondatore del Movimento 5 stelle, ha inviato una lettera aperta al Direttore del Corriere della Sera nella quale annuncia un imminente salto tecnologico che cambierà per sempre la nostra società

Davide Casaleggio.
Davide Casaleggio. (Alessandro Di Meo | ANSA)

ROMADavide Casaleggio, figlio del fondatore del Movimento 5 stelle, ha organizzato a Ivrea un convegno per ricordare il padre a un anno dalla sua scomparsa. Si svolgerà l'8 aprile nell'Officina H dell'Olivetti e si intitola «Sum – Capire il futuro». In concomitanza con la ricorrenza, Il Corriere della Sera ha pubblicato una lettera aperta che Casaleggio Junior ha inviato al giornale. Ecco le frasi più salienti della missiva.

  • «Progettare il futuro è ciò di cui il nostro Paese ha assolutamente bisogno. Vogliamo portare al centro del dibattito pubblico l’esigenza di comprendere come sarà il mondo negli anni a venire e di conseguenza far riflettere i nostri concittadini sulla direzione da seguire nei vari campi del lavoro, della tecnologia, della scienza, del potere, dell’informazione e infine dell’uomo»;
     
  • «Capire il futuro serve per inventare il futuro che vogliamo»;
     
  • «Nel giro di dieci anni faremo un salto tecnologico incomparabile rispetto a quello fatto in tutto il secolo scorso. La velocità con cui si sta evolvendo la tecnologia è impressionante: il problema per la società è proprio questo. Non abbiamo mai dovuto affrontare uno stravolgimento cosi repentino e massiccio»;
     
  • «Lo shock più forte sarà nel mondo del lavoro. Avremo milioni di disoccupati in tutto il mondo perché ci saranno software e robot intelligenti molto più efficienti. Un’intera generazione di lavoratori rischia di essere esclusa da un giorno all’altro perché non saranno più necessari e non potranno riadattarsi»;
     
  • «Il prossimo decennio può riservarci un’altra drammatica crisi o una straordinaria opportunità in cui potremmo affrancarci dall’esigenza del lavoro per vivere. Tutto sta nel gestire questi anni di passaggio al meglio delle nostre capacità, con la massima generosità, per inventarci il futuro che vogliamo»;
     
  • «Il MoVimento 5 Stelle è attualmente l’unica forza politica italiana che si preoccupa di programmare l’attività di governo ed è l’unica forza politica al mondo a farlo in modo partecipato in Rete, consentendo a ogni singolo iscritto di contare e dire la sua»;
     
  • «La vecchia partitocrazia è come Blockbuster, noi siamo come Netflix. Il futuro è nella Rete, nella partecipazione».