24 agosto 2019
Aggiornato 18:00
Unioni civili, centrodestra all'attacco

Meloni: «La stepchild adoption è un cavallo di Troia»

Il leader di Fratelli d'Italia sarà al Family Day: «E' un'altra cosa ridicola e ipocrita, perché un'altra cosa fastidiosa di questa vicenda è che non si ha il coraggio di dire 'io voglio l'adozione per le coppie omosessuali'. L'utero in affitto? Mercificazione del corpo della donna». Salvini: «Parlamento si occupi di cose più serie».

ROMA - Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, sarà al Family day «perché questo delle unioni civili è un dibattito molto falsato nel quale si dicono tante cose che non c'entrano niente con l'elemento cardine di questa normativa e di questa battaglia politica».
Nella legge sulle unioni civili, ha detto Meloni a Rtl 102.5, la questione della stepchild adoption «è un cavallo di Troia. La cosa della stepchild adoption è un'altra cosa ridicola e ipocrita, perché un'altra cosa fastidiosa di questa vicenda è che non si ha il coraggio di dire 'io voglio l'adozione per le coppie omosessuali' che è una posizione politica, io non la condivido ma la posso rispettare. No, non si ha neanche il coraggio di dirlo».

L'utero in affitto? Mercificazione del corpo della donna
«Perché - dice ancora - si vuole fare la stepchild adoption? Perché consente di fare alcune cose tipo: vado all'estero, mi faccio impiantare, faccio la fecondazione eterologa medicalmente assistita, faccio un figlio, torno in Italia tu lo adotti, se siamo due femmine. Se siamo due maschi andiamo all'estero, facciamo come Elton John, il grande paladino delle unioni civili, uno che ha preso il suo compagno, siccome è molto ricco, è andato da una signora, si è comprato l'utero di quella signora, l'ha pagata, la signora porella aveva evidentemente bisogno di soldi, ha venduto suo figlio, ha venduto il suo corpo. Vorrei chiedere alla presidente Boldrini se non sia questa la mercificazione delle donne con le quali ogni giorno si riempie la bocca, l'utero in affitto non è mercificare il corpo della donna? No, in questo caso il corpo della donna non ce ne frega niente, perfetto. Dopodiché ti compri un figlio, torni in Italia, e quell'altro lo adotta. È moderno? Se questa è la modernità - ha concluso - io sono antichissima e fiera di esserlo».

Salvini: «Parlamento si occupi di cose più serie»
«La sinistra è fuori dal mondo. Fossi in Renzi mi preoccuperei di cancellare l'infamia della legge Fornero e di difendere i confini di questo Paese invaso, espellendo decine di migliaia di clandestini. Invece questi parlano di adozioni gay. Noi siamo e rimaniamo contrari nel merito perchè ogni bimbo ha diritto a conoscere la sua mamma e il suo papà. Il Parlamento si occupi di qualcosa di più serio e importante». Lo ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, parlando con i cronisti a Montecitorio.
«Per me - ha aggiunto - il primo diritto civile è quello al lavoro e alla pensione. Questi fenomeni che si occupano di diritti civili portino in discussione la cancellazione della legge Fornero, domani. Il resto viene dopo, le adozioni gay men che meno. Mi dispiace che il Parlamento sia occupato da un dibattitto lontanissimo dal Paese reale».