18 agosto 2019
Aggiornato 08:30
L'aggressione di Capodanno

Meloni: «Sui fatti di Colonia vergognoso silenzio di Renzi»

Il Presidente di Fratelli d'Italia: «Dalle donne della maggioranza comportamento vigliacco». Il Ministro della Difesa, Pinotti: «Fatti di Colonia sconvolgenti, chi arriva rispetti le leggi».

ROMA - «Vergognoso silenzio del presidente del consiglio Renzi sui gravissimi fatti di colonia e comportamento vigliacco da parte delle donne della maggioranza. Veramente non hanno nulla da dire sulle centinaia di violenze subite dalle donne tedesche a causa di una immigrazione fuori controllo? Cinismo e opportunismo sono intollerabili. Davanti alla violenza e alla sopraffazione ai danni delle donne e della libertà delle donne, chi tace è complice». Lo dichiara in una nota il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

Pinotti: «Fatti di Colonia sconvolgenti»
«I fatti di Colonia sono di una gravità inaudita, sconvolgente» e «quello che sconvolge di questo episodio è l'idea che un gruppo di uomini possa essersi organizzato per punire donne che stavano vivendo la propria libertà, e che non si sia riusciti a difenderle». E' quanto ha detto il ministro della Difesa Roberta Pinotti in un'intervista al quotidiano la Stampa. Un episodio simile, ha aggiunto, «mina uno dei principi fondamentali della rivoluzione occidentale, 'il movimento di liberazione femminile'. Tutti, donne e uomini, devono sentirsi colpiti», ha aggiunto.

«Chi arriva rispetti le leggi»
Anche alla luce di questo episodio, il ministro Pinotti ha ribadito che «il diritto all'accoglienza non può confliggere con l'affermazione del rispetto delle regole. Chi ha diritto d'asilo, chi scappa da una guerra o una persecuzione, viene accolto, ma questo non dà la patente di comportarsi come si vuole», ha affermato. «Chi arriva, si inserisce in una società con regole, leggi e valori che vanno rispettati».