19 novembre 2019
Aggiornato 19:30
l'iniziativa ha avuto molto successo

Regione Lazio: Call for proposal prorogata fino al 30 novembre

Guido Fabiani: "È necessario garantire a tutti la possibilità di partecipare"

ROMA - La Regione Lazio ha prorogato di un mese la scadenza per partecipare alla Call for Proposal per il riposizionamento competitivo dei sistemi imprenditoriali del Lazio. I destinatari della Call - Pmi, grandi imprese, organismi di ricerca e enti pubblici e privati e tutti i soggetti portatori di interesse - avranno quindi fino alle 18 del 30 novembre per inviare le proprie proposte progettuali di riposizionamento competitivo delle filiere territoriali o produttive.

Fabiani: Un successo
«L'importanza del progetto e il grande successo riscosso da questa iniziativa - ha spiegato l'assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani - ci hanno spinto a prorogare i termini. La Call è un modello di proposta "bottom up", riconosciuto anche dall'Unione Europea quale strumento strategico per il rilancio degli investimenti e dell'occupazione basato su una diversa concezione dell'intervento della politica di coesione. L'interesse sollevato è stato grandissimo, l'impatto sul territorio molto significativo e sono tante le realtà che si stanno attivando e aggregando per presentare progetti. È quindi necessario garantire a tutti la possibilità di partecipare».

Proroga fino al 30 novembre
Ricordiamo che l’obiettivo generale del progetto è quello innescare e sostenere i processi di trasformazione del tessuto produttivo favorendo la partecipazione dei territori e conferendo loro un ruolo di primaria importanza nella individuazione delle linee di sviluppo di un processo di rigenerazione/reindustrializzazione del territorio, riconosciuto anche dall’Unione Europea quale obiettivo strategico dei prossimi anni per il rilancio degli investimenti e dell’occupazione. L'iniziativa ha avuto un impatto positivo per quanto riguarda le domande di adesioni, ma per vederne gli effetti sul territorio bisognerà attendere del tempo. (Fonte Askanews)