20 ottobre 2019
Aggiornato 04:30
esce il film che racconta i fatti di roma

Mafia capitale, l'avvocato di Carminati: «Suburra? E' solo un filmetto»

Giosuè Bruno Naso, legale di Massimo Carminati, non si preoccupa del film "Suburra", perché "è un filmetto, i giudici non si faranno influenzare"

ROMA - E 'arrivato nelle sale Suburra e tutti ne parlano. Il film sembra rievocare i fatti di Mafia Capitale: peccato solo che il libro da cui è tratto sia uscito ben prima che si verificassero i noti fatti di Roma. Tutti sapevano ciò che stava accadendo nella Capitale? Il protagonista del film, il personaggio del Samurai, ha molte affinità con Massimo Carminati, ma l'avvocato del boss non se ne cura affatto.

L'avvocato di Carminati: Suburra è un filmetto
Giosuè Bruno Naso, legale di Massimo Carminati, non si preoccupa del film «Suburra", perché «è un filmetto, i giudici non si faranno influenzare», ma intanto dà i voti agli attori scelti: «Amendola è un po' greve. Carminati è più raffinato. Nell'interpretarlo avrei visto bene un Kim Rossi Stuart». L'avvocato, in vista del processo su Mafia capitale, che prenderà il via il prossimo 5 novembre, è intervenuto su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli studi Niccolò Cusano. «Ho chiesto scherzando a De Cataldo che un giorno dovrà pagarci i diritti d'autore», ha detto l'avvocato, aggiungendo: «So che il personaggio Samurai dovrebbe rievocare la figura di Carminati. La scelta di Amendola però non mi sembra azzeccata».

Amendola è grezzo, Massimo è più raffinato
Amendola è immediato, un po' grezzo, un po' greve. Carminati è più raffinato, più meditato, più fine, anche fisicamente. Da ragazzo era molto bello. Nell'interpretarlo avrei visto bene un Kim Rossi Stuart. Amendola nelle interpretazioni che va a fare è sempre un po' becero. Non credo però - ha sottolineato - che un filmetto come Suburra possa influenzare i giudici nel processo. Voglio sperare proprio che questo non accada. Siamo nelle mani di giudici professionali, di persone che si possano fare influenzare da un filmetto. Non ho alcuna preoccupazione di tal genere. In aula comunque - ha concluso il legale - riusciremo a far cadere l'accusa di mafia». (Fonte Askanews)