11 luglio 2020
Aggiornato 23:30
notizia shock per la capitale

Sondaggi, il M5S vince le elezioni a Roma con il 33-35%

Il centrodestra arriverebbe al 26-27%, il centrosinistra al 21-23%, la lista Marino al 4-5%

ROMA - Buone notizie per il M5S. Se si dovesse tornare alle urne per eleggere il nuovo sindaco di Roma, il M5S avrebbe buone chance di aggiudicarsi la poltrona più ambita della Capitale. E' quanto risulta dagli ultimi sondaggi. Si aspetta, però, ancora il nome di un possibile candidato.

Il risultato dei sondaggi premia il M5S
Il Movimento 5 stelle vincerebbe oggi le elezioni per il sindaco a Roma. In un sondaggio commissionato da Porta a Porta di Raiuno alle società IPR e Tecné il M5S otterrebbe tra il 33 (Tecné) e il 35% (IPR) dei consensi per l'elezione del sindaco. Il Pd a Roma si fermerebbe tra il 17% (IPR) e il 19 % (Tecné). Un' eventuale lista Marino si fermerebbe tra il 4 e il 5 %. La coalizione di centro sinistra si fermerebbe tra 21 (IPR) e il 23 % (Tecné) e sarebbe superata da quella di centrodestra che raggiungerebbe il 26 (IPR) / 27 % (Tecné) . I sondaggi saranno trasmessi questa sera durante la trasmissione di Porta a Porta, che ne ha anticipato il risultato.

Di Battista: Non mi candido, ma entro gennaio avrete il nome
«Entro gennaio avremo il nome del candidato sindaco» del Movimento 5 stelle e «stiamo costruendo il programma per governare Roma», ha annunciato il deputato M5S Alessandro Di Battista escludendo però una sua candidatura. «Lo escludo assolutamente - ha spiegato -. Sono onorato che molte persone abbiano fiducia in me, comunque, oltre ad avere dei principi, che per noi sono importantissimi, se uno è stato eletto per fare qualcosa deve portarlo a compimento, io nello specifico preferisco occuparmi di politica estera e di corruzione in ambito nazionale». Di Battista è convinto che le elezioni a Roma non saranno rinviate, «si voterà insieme a Milano e Napoli, anche perchè il Movimento 5 stelle farà opposizione e cercherà in ogni modo di costringerli al voto».

Sceglierà la rete democraticamente
La selezione del candidato del Movimento cinque stelle avverà attraverso la Rete che «è un metodo - ha precisato Di Battista - che utilizziamo per coinvolgere i nostri iscritti, anche loro sanno che deve essere scelta una persona che ha lavorato molto su Roma, che conosce bene la macchina amministrativa e questo succederà senz'altro. E' tempo che i cittadini romani - ha concluso - votino un programma, delle idee, delle soluzioni, non per forza un salvatore della patria che non esiste. Roma si può amministrare grazie ad una squadra di governo e soprattutto grazie ad un programma, perchè amministrare Roma probabilmente è la cosa più difficile che c'è in Italia». (Fonte Askanews)