19 gennaio 2020
Aggiornato 16:00
Il governatore ligure lancia la proposta

Toti: «E' necessaria una missione per bloccare le partenze dalla Libia»

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, propone una soluzione per arginare gli arrivi in Europa dei profughi: una missione che «blocchi le partenze dalla Libia, distrugga le barche degli scafisti e contestualmente concordi l'istituzione di campi di accoglienza e d'identificazione negli stati del nord Africa»

GENOVA (askanews) - «Per risolvere il problema degli immigrati ritengo che l'unica soluzione in cui l'Europa dovrebbe impegnarsi, e in assenza dell'Europa l'Italia, sia una missione che blocchi le partenze dalla Libia, distrugga le barche degli scafisti e contestualmente concordi l'istituzione di campi di accoglienza e d'identificazione negli stati del nord Africa, primi fra tutti la Tunisia e l'Egitto»

Lo sterile dibattito
E' la proposta lanciata dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, «per -ha dichiarato il consigliere politico di Berlusconi- non continuare ad assistere a uno sterile dibattito su come gestire i clandestini». «Il problema -ha sottolineato Toti- non è come suddividere i clandestini tra gli Stati membri dell'Unione ma come non fare arrivare in Europa e specificamente in Italia chi non ha diritto a starci»

Il governo si attivi per negoziare
«Il governo italiano - ha concluso il governatore ligure - anziché partecipare a sterili dibattiti che non porteranno a nulla si attivi per negoziare con Tunisia ed Egitto la creazione di questi campi, fornendo a quegli Stati tutti gli aiuti economici e organizzativi necessari perché ciò avvenga».