2 agosto 2021
Aggiornato 08:30
Emergenza sbarchi

Alfano: «Serve una equa distribuzione nei paesi europei e in Italia»

«Serve una equa distribuzione» del carico dell'accoglienza degli immigrati «nei paesi europei e in Italia». A sottolinearlo è stato il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che al termine della Conferenza Unificata ha replicato ad alcuni esponenti delle Regioni che non si sono dichiarati disponibili ad ospitare nuovi immigrati: «Mi sembra che su questi due principi nessuno possa essere contro».

ROMA (askanews) - «Serve una equa distribuzione» del carico dell'accoglienza degli immigrati «nei paesi europei e in Italia». A sottolinearlo è stato il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che al termine della Conferenza Unificata ha replicato ad alcuni esponenti delle Regioni che non si sono dichiarati disponibili ad ospitare nuovi immigrati. «Mi sembra che su questi due principi nessuno possa essere contro» ha aggiunto Alfano che tra poche ore incontrerà al Viminale una delegazione della conferenza delle Regioni e dell'Anci.

I Comuni li facciano lavorare gratis
«Dobbiamo chiedere ai Comuni di applicare una nostra circolare che permette di far lavorare gratis gli immigrati che risiedono nei Comuni». Lo ha spiegato il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, uscendo dalla Conferenza Unificata. Secondo Alfano è necessario far lavorare i migranti «invece di farli stare lì senza fare nulla».

L'incontro Alfano-Regioni_Comuni
Si terrà alle 17.30 al Viminale l'incontro tra il ministro dell'Interno e una delegazione della conferenza delle Regioni e dei sindaci dell'Anci sull'emergenza immigrazione. Il governo e gli enti locali stanno lavorando per cercare una nuova intesa per affrontare il problema dell'accoglienza dei migranti da ripartire su tutto il territorio nazionale. La delegazione delle Regioni sarà guidata dal presidente della Conferenza, Sergio Chiamparino, mentre quella dell'Anci vedrà in testa il sindaco di Torino e presidente dell'associazione nazionale dei Comuni, Piero Fassino.