24 giugno 2021
Aggiornato 02:31
Messaggio cristiano non semplice proselitismo

Papa: la Chiesa scelga il cammino della franchezza

Papa Francesco, in occasione della Messa mattutina a Casa Santa Marta, ha affermato che il cammino della Chiesa è quello della «franchezza», «dire le cose, con libertà». Solo lo Spirito Santo è capace di cambiare il nostro atteggiamento, di darci il «coraggio dell'annuncio» che «ci distingue dal semplice proselitismo».

CITTÀ DEL VATICANO (askanews) - Il cammino della Chiesa è quello della «franchezza», «dire le cose, con libertà». E' quanto affermato da Papa Francesco alla Messa mattutina a Casa Santa Marta. Il Pontefice ha quindi ribadito che, come sperimentarono gli Apostoli dopo la Risurrezione di Gesù, solo lo Spirito Santo è capace di cambiare il nostro atteggiamento, la storia della nostra vita e darci coraggio, un «coraggio dell'annuncio» che «ci distingue dal semplice proselitismo».

Il messaggio del cammino del coraggio cristiano
«Noi non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato». Papa Francesco a quanto riferisce la Radio vaticana, ha svolto la sua omelia, partendo da questa affermazione di Pietro e Giovanni, tratta dagli Atti degli Apostoli, nella Prima Lettura. Il Pontefice rammenta che Pietro e Giovanni, dopo aver compiuto un miracolo, erano stati messi in carcere e minacciati dai sacerdoti di non parlare più in nome di Gesù, ma loro vanno avanti e quando tornano dai fratelli li incoraggiano a proclamare la Parola di Dio «con franchezza». E chiedono al Signore di volgere «lo sguardo alle loro minacce» e concedere «ai suoi servi» di «non di fuggire», «di proclamare con tutta franchezza» la Sua Parola: «Anche oggi il messaggio della Chiesa è il messaggio del cammino della franchezza, del cammino del coraggio cristiano. Questi due, semplici - come dice la Bibbia - senza istruzione, hanno avuto il coraggio. Una parola che si può tradurre 'coraggio', 'franchezza', 'libertà di parlare', 'non avere paura di dire le cose' ? E' una parola che ha tanti significati, nell'originale. La parresìa, quella franchezza ? E dal timore sono passati alla 'franchezza', a dire le cose con libertà».

Quello dei cristiani non è semplice proselitismo, ma l'annuncio coraggioso di Gesù Cristo
Questo «coraggio dell'annuncio è quello che ci distingue dal semplice proselitismo. Noi non facciamo pubblicità, dice Gesù Cristo, per avere più 'soci' nella nostra 'società spirituale', no? Questo non serve. Non serve, non è cristiano. Quello che il cristiano fa è annunziare con coraggio e l'annuncio di Gesù Cristo provoca, mediante lo Spirito Santo, quello stupore che ci fa andare avanti». Il «cammino del coraggio cristiano è una grazia che dà lo Spirito Santo. Ci sono tante strade che possiamo prendere, anche che ci danno un certo coraggio. 'Ma guarda che coraggioso, la decisione che ha preso! E guarda questo, guarda come ha fatto bene questo piano, ha organizzato le cose, che bravo!': questo aiuta, ma è strumento di un'altra cosa più grande: lo Spirito. Se non c'è lo Spirito, noi possiamo fare tante cose, tanto lavoro, ma non serve a niente».