24 giugno 2021
Aggiornato 02:31
Regionali Puglia: Fitto lancia il ticket elettorale

Regionali, in Puglia Forza Italia nel caos

In Puglia, le elezioni regionali vedono il palesarsi delle problematiche interne al centrodestra di Forza Italia, con la candidatura improvvisa di Adriana Poli Bortone da una parte e la proposta, dall'altra, la proposta di Raffaele Fitto di un ticket elettorale finalizzato a unire le migliori componenti del centrodestra: Schittulli-Poli Bortone.

BARI (askanews) - Continuano ad essere turbolente le acque nel centrodestra in Puglia. Dopo l'impatto, ieri, della candidatura «a freddo» di Adriana Poli Bortone, come candidata Fi a governatore della regione, domenica i colpi di scena sono proseguiti con la proposta a sorpresa formulata da Raffaele Fitto di un ticket Schittulli-Poli Bortone, e l'accoglienza disordinata e contraddittoria di tale soluzione. Nel corso dell'intera giornata si è assistito ad un rincorrersi di dichiarazioni scoordinate dei protagonisti in campo e dei rappresentati politici dei vari schieramenti a vario titolo. Fino a giungere, nel tardo pomeriggio, all'appello finale del presidente del comitato di FI per le Regionali, Altero Matteoli, che ha invocato uno «stop a questo gioco al massacro» invitando tutti a confrontarsi costruttivamente ad un unico tavolo di trattative e non escludendo l'ipotesi del ticket fittiano, se condivisa come soluzione unificante. Una linea condivisa dal senatore FdI, Fabio Rampelli, sia nel merito che nel metodo.

Il ticket di Fitto
Tornando alla cronaca della giornata, a sparigliare le carte è stata la proposta di Fitto, formulata dall'eurodeputato con un comunicato stampa. Fitto ha proposto un ticket elettorale finalizzato a unire le migliori componenti del centrodestra: Schittulli - Poli Bortone, insieme. Un tandem suggerito per evidenziare una «ulteriore prova di buon senso e ragionevolezza». Ma non ha mancato di porre delle condizioni. L'adesione al ticket comporta infatti che debbano «cadere tutti i veti sui nostri candidati nelle liste del nostro partito Forza Italia e predisporre come è logico che sia, liste forti e competitive»«Chi non accetta neanche questa soluzione - ha messo in chiaro Fitto - sta giocando un'altra partita che nulla ha a che fare con le elezioni regionali». Luigi Vitali, coordinatore di Forza Italia in Puglia, ha replicato con toni pacati ma taglienti: «Possiamo accettare la proposta se il ticket è Poli Bortone - Schittulli, ovvero Adriana Poli Bortone presidente e Francesco Schittuli vice». L'esatto opposto della proposta fittiana.

L'irritazione di Poli Bortone: Fitto maleducato
Dal canto suo Poli Bortone scende in campo con chiarezza e a gamba tesa: «Io credo che prima di lanciare certe proposte bisogna chiedere al diretto interessato. Cosa che con me oggi non è stato fatto quindi, non mi interessa». Non nasconde l'irritazione e aggiunge: «Come al solito la buona educazione non c'è stata. Se le nuove generazioni politiche hanno regole di galateo diverse e a quanto pare lontane dalla buona educazione, che vuole che le dica? Io sono vecchia, certe regole le rispetto e pretendo si rispettino». Francesco Schittulli accompagna docile l'assist di Fitto. «Ottimo questo ticket se serve a ricompattare il centrodestra: sono onorato di avere a fianco a me Adriana Poli Bortone», è stato il commento dell'oncologo.

Rampelli: proposta di Fitto intelligente
Altero Matteoli non ci sta e tenta di porre fine al gioco di ping pong, consapevole che «il tempo stringe» e per evitare di offrire il campo libero alla sinistra la soluzione più opportuna è quella di «sedersi attorno a un tavolo e meditare sulla proposta-ticket che potrebbe ricompattare il centrodestra» e soprattutto «di smetterla di parlarsi a mezzo stampa perché non porta da qualche parte». D'accordo Rampelli, capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia (il partito a cui appartiene Poli Bortone), secondo cui «la proposta di Raffaele Fitto è intelligente».