16 dicembre 2019
Aggiornato 13:30
Per il sondaggio Ixè il premier passa dal 39 al 38%

Cala la fiducia in Matteo Renzi

L'unico stabile, al 70%, rimane il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Per il resto, prosegue il trend negativo sulla fiducia in Matteo Renzi, che, nel sondaggio Ixé per Agorà, passa dal 39 al 38%. Per il 73% il premier, le tasse, le ha già alzate.

ROMA (askanews) - Prosegue il trend negativo della fiducia nel premier, Matteo Renzi, che perde un altro punto in 7 giorni, passando dal 39% al 38%. Sono i dati del sondaggio Ixè svolto per Agorà (Raitre) l'8 aprile, su un campione di 1000 soggetti, e secondo il quale anche la fiducia nel governo è in leggero calo, dal 32% al 31%.

NESSUNA FIDUCIA SUL DEF SENZA TAGLI - Male anche per quanto riguarda l'annuncio fatto da Matteo Renzi nei giorni scorsi del Def senza tagli né nuove tasse: per il 69% degli intervistati il presidente del Consiglio non è credibile. Il 26%, invece, scommette sulle intenzioni del premier. Inoltre per il 73% del campione Renzi ha aumentato le tasse.

CALO ANCHE PER IL PD - Un calo significativo di consensi interessa anche il Pd: secondo le intenzioni di voto di Ixè il partito di Renzi in una settimana perde lo 0,8%, toccando quota 37,6%, mentre il M5s sale dello 0,3% (19%) e la Lega rimane stabile al 13,5%. Forza Italia, intanto, torna sopra il 13%, issandosi al 13,1% (+0,2%) e il dato sull'affluenza alle urne scende al 56,6%. Sempre alto, invece, il gradimento degli italiani per il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, stabile al 70%.