15 novembre 2019
Aggiornato 20:00
Inchiesta Mafia Capitale

«Garantire la sicurezza a Marino»

Così il prefetto Giuseppe Pecoraro uscendo dal Campidoglio dopo un incontro con il sindaco di Roma Ignazio Marino. Intanto il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, sospende l'assegnazione delle gare in corso. Indagati altri politici imprenditori e dirigenti. Cassiera clan: «ho gestito il libro tariffario».

ROMA - «C'è un problema di protezione del sindaco. Abbiamo parlato anche di questo. In un momento così difficile e complesso dobbiamo garantire la sua sicurezza». Così il prefetto Giuseppe Pecoraro uscendo dal Campidoglio dopo un incontro con il sindaco di Roma Ignazio Marino.

Indagati altri politici imprenditori e dirigenti
Ci sono altri indagati nell'inchiesta su 'Mafia Capitale' in cui sono coinvolte circa 100 persone. Secondo quanto si è appreso a piazzale Clodio gli inquirenti stanno vagliando altri esponenti politici locali, amministratori di società municipalizzate ed imprenditori, dirigenti.
I magistrati tengono il più stretto riserbo su ruoli e circostanze oggetto di riscontro. Perché la situazione fissata dall'ordinanza di custodia cautelare, con i suoi 37 arresti, ha risolto solo una parte della questione emersa dall'ascolto di oltre un anno e mezzo di intercettazioni telefoniche e attività investigative. Chi indaga vuole verificare la fondatezza degli eventuali legami con il clan guidato da Massimo Carminati per circoscrivere la dimensione dell'infiltrazione mafiosa all'interno delle istituzioni cittadine.

Cassiera clan: ho gestito il libro tariffario
Nadia Cerrito, 49 anni, era una delle collaboratrici di Salvatore Buzzi, il responsabile della cooperativa 29 giugno. Lei è finita in carcere perché secondo gli inquirenti avrebbe gestito i conti leciti o meno del clan. Oggi, nel carcere di Regina Coeli, la donna ha sostanzialmente ammesso le sue responsabilità e offerto una qualche collaborazione ai magistrati.
Il suo interrogatorio di garanzia è stato quello che più ha dato indicazioni a chi indaga. Il commercialista Claudio Turella ha respinto le accuse. Gli altri, così come ieri i primi 13 indagati, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.
Domani compariranno davanti al gip per l'interrogatorio di garanzia Riccardo Mancini e altri 6. Quelli finiti agli arresti domiciliari saranno interrogati tra martedì e mercoledì, dopo il ponte festivo dell'Immacolata.

Zingaretti: sospesa assegnazione gare in corso
Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha sospeso l'assegnazione delle gare della regione in corso, in attesa delle verifiche disposte.
"In attesa delle verifiche che ho disposto sulle gare della Regione, ho intanto chiesto la sospensione dell'assegnazione delle gare in corso": ha annunciato Zingaretti sul proprio profilo twitter .