13 giugno 2021
Aggiornato 08:00
Conti pubblci

Tutte le novità della legga di stabilità

Sono diverse le modifiche approvate in commissione Bilancio della Camera ma a saldi fermi, tranne ovviamente in chiave virtuosa le misure per circa 4,5 miliardi di euro per venire incontro alle richieste Ue di una correzione del deficit del 2,6% invece che del 2,9%.

ROMA - Da una gestione più flessibile dei tagli per i Comuni alle novità sul bonus bebè, dagli asili nido alla Sabatini-bis, dai patronati agli ammortizzatori sociali, dalle pensioni dei super ricchi allo stop delle penalizzazioni per chi si ritira prima dei 62 anni, dalla reverse charge Iva al rischio che ci siano ulteriori aumenti dei prezzi dei carburanti. Sono diverse le modifiche approvate in commissione Bilancio della Camera ma a saldi fermi, tranne ovviamente in chiave virtuosa le misure per circa 4,5 miliardi di euro per venire incontro alle richieste Ue di una correzione del deficit del 2,6% invece che del 2,9%.
Sono rinviate al Senato ulteriori modifiche secondo quanto annunciato anche dal governo. Sul tavolo tra l'altro la riforma del canone Rai, i fondi pensione e il Tfr, le casse professionali, le fondazioni e i contribuenti minimi autonomi e l'Irap.

Queste le novità introdotte alla Camera.

PIÙ FLESSIBILE GESTIONE TAGLI COMUNI. Confermato il taglio da 1,2 miliardi nel 2015 per Comuni ma le riduzioni non dovranno essere effettuate sul fronte della spesa corrente. Vantaggi per i Comuni oggetto di fusione. I Comuni che collaborano alla lotta all'evasione avranno una quota pari al 55% delle maggiori somme relative a tributi statali nonche' delle sanzioni.

NOVITÀ BONUS BEBÈ, ASILI E PANNOLINI. Il bonus bebè verrà dato a chi ha un Isee non superiore ai 25 mila euro (sarà doppio per chi ha un Isee non superiore ai 7mila euro). Per i nuclei con quattro o piu' figli e un Isee non superiore a 8.500 euro annui arrivano mille euro all'anno per beni e servizi. Stanziati 100 milioni per il rilancio del sistema territoriale dei servizi per la prima infanzia, come gli asili nido. Più risorse all'Autorità garante per l'infanzia (650.000 euro per ciascuno degli anni 2015, 2016 e 2017).

PER POVERI 8 MLN IN 2015. A favore del Fondo per la distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti.

FONDO PER NON AUTOSUFFICIENZE SALE A 400 MLN IN 2015. Nel testo del governo erano stati stanziati 250 milioni. Resta fermo il finanziamento di 250 milioni a decorrere dall'anno 2016. Le risorse in più arrivano dalla riduzione fondo per la famiglia che passa da 298 milioni a 148 milioni di euro.

DIMEZZATO TAGLIO A PATRONATI. Viene ridotto a 75 milioni il taglio inizialmente previsto di 150 milioni. Ma dovranno ridursi di numero.

REVERSE CHARGE IPERMERCATI. Tra le misure aggiuntive introdotte dopo le richieste Ue: salta l'incremento pari a 3,3 miliardi del fondo taglia tasse, viene sfoltito di 500 milioni di euro il co-finanziamento nazionale dei fondi strutturali europei e viene estesa la reverse charge Iva alla grande distribuzione.

RISCHIO NUOVO AUMENTO CARBURANTI. Poiché la reverse charge deve essere sottoposta all'ok Ue è stata approvato un incremento da 988 milioni a 1.716 milioni della clausola di salvaguardia che rischia di portare un aumento delle accise sulla benzina (elevando la clausola ).

SGRAVI A ELETTI CHE VERSANO AL PARTITO. I versamenti da parte di candidati o eletti alle cariche pubbliche in favore di partiti e movimenti si considerano erogazione liberale anche ai fini della detraibilita' delle imposte sui redditi.

STOP PENALIZZAZIONI ANTICIPI PENSIONE. Vengono cancellate le penalizzazioni per chi andava in pensione prima dei 62 anni pur avendo raggiunto l'anzianità contributiva.

TETTO PENSIONI 'GRAND COMMIS'. Arriva un tetto alle pensioni degli alti funzionari dello Stato, come i consiglieri di Stato o della Corte dei Conti, per evitare che abbiano assegni ancora più ricchi dopo la scelta di restare di più al lavoro.

+400 MLN PER AMMORTIZZATORI. Viene incrementata la dotazione del fondo per gli ammortizzatori sociali per un importo pari a 200 milioni di euro per ciascuno degli anni 2015 e 2016. Le somme si aggiungono ai 2 miliardi previsti nel testo originario per ciascuno degli anni 2015-2016-2017.

STRETTA SU SOCIETÀ PARTECIPATE ENTRO 2015. Riguarda Regioni, Province autonome, enti locali, camere di commercio, università, autorità portuali.

60 MLN IN TRE ANNI A RADIO-TV LOCALI. A decorrere dal 2015 previsti 20 milioni di euro ciascun anno.

ASSUNZIONI SCUOLA NON SOLO PER DOCENTI. Il piano di assunzioni del Fondo 'La buona scuola' non è più limitato al solo personale docente e tra le finalità si introduce anche la formazione di docenti e dirigenti scolastici. In arrivo novità sulla composizione e i compensi dei membri delle commissioni per gli esami di maturità.

10 MLN IN TRIENNIO PER LOTTA EBOLA. 5 milioni nel 2015 e altri 5 milioni nel biennio successivo. Di questi, 2 milioni nel 2015 e 1 milione per ciascuno degli anni 2016 e 2017 allo Sapllanzani.

VERSO DECRETO SU FARMACI MONODOSE IN OSPEDALI. Il ministro della Salute entro il 2015 dovra' emanare decreti per stabilire le modalità per la produzione e la distribuzione in ambito ospedaliero di farmaci anche in forma monodose.

NASCE FONDO CULTURA DA 100 MLN ANNUI. Viene istituito un fondo per la tutela del patrimonio culturale, con una dotazione di 100 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2016 al 2020.

RISORSE SBLOCCA CANTIERI ANCHE A METROPOLITANE. Le metro entrano nell'elenco delle opere a cui attribuire prioritariamente le risorse.

FONDO EMERGENZE 60 MLN. In arrivo 60 milioni in più nel 2015 per le calamita' naturali.

3 MLN ANNUI PER POLITICHE RICHIEDENTI ASILO. Nei Comuni sedi di centri di accoglienza per richiedenti asilo con una capienza pari o superiore a 3mila unita'.

E-BOOK CON IVA RIDOTTA DA 22% A 4%. Per libri e periodici elettronici l'aliquota viene parificata a quella dei libri cartacei. Il minor gettito è quantificato in 7,2 milioni di euro all'anno.

ENTRO APRILE CABINA REGIA PER FONDO SVILUPPO COESIONE. Dovrà nascere entro il 30 aprile per definire specifici «piani operativi».

12 MLN EURO IN PIÙ PER SABATINI-BIS. In arrivo per rifinanziare la nuova Sabatini che favorisce gli investimenti 12 milioni di euro nel 2015, 31,6 nel 2016 e 46,6 nel 2017.

RISORSE AD AGENZIA SPAZIALE EUROPEA. 60 milioni di euro per l'anno 2016 e 170 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2017 al 2020 per la partecipazione italiana ai programmi dell'Agenzia spaziale europea e per i programmi spaziali strategici.

ECOBONUS ANCHE SU CALDAIE BIOMASSE, PROROGA ANTISISMICO. L'ecobonus al 65% viene esteso anche per le caldaie a biomasse. Via libera anche all'estensione dell'ecobonus alle schermature solari e la proroga a tutto il 2015 per gli interventi di consolidamento antisismico degli edifici esistenti.

BENEFICI PER LAVORATORI ESPOSTI AD AMIANTO. Si tratta di benefici previdenziali.

MENO TASSE SU BUONI PASTO SE ELETTRONICI. Dal primo luglio per i buoni pasto da 5,29 euro a 7 euro ma solo se in formato elettronico.

CREDITO IMPOSTA HOTEL SOLO SE WIFI GRATIS E VELOCE. Il credito di imposta sara' concesso solo se il servizio sara' gratuito e con una velocita' di connessione pari almeno ad 1 megabit.

IN 2015 COMPENSAZIONE CREDITI-DEBITI CARTELLE. Viene prorogata la possibilità di compensazione delle cartelle esattoriali in favore delle imprese titolari di crediti commerciali e professionali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti della pubblica amministrazione e certificati qualora la somma iscritta a ruolo sia inferiore o pari al credito vantato.

PIÙ ESTESO CREDITO IMPOSTA AREE SVANTAGGIATE. Per gli investimenti effettuati dal 2007 e ultimati entro il 31 dicembre 2013 in aree svantaggiate (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata, Sardegna, Abruzzo e Molise) le aziende avranno il credito di imposta previsto nella finanziaria 2007 anche se le opere sono iniziate in precedenza e salvo che tali investimenti non abbiano gia' goduto di altri sostegni.

FREQUENZE TV. Le frequenze del digitale terrestre non affidate in gara dovranno ora essere rese disponibili per le emittenti locali.

MICROCREDITO. Salta il taglio da 1,4 milioni.

SI PAGA USO STEMMI POLIZIA E VIGILI FUOCO. Polizia di Stato e Vigili del fuoco avranno l'uso esclusivo dei propri segni distintivi (denominazioni, stemmi, emblemi). Multe da mille a 5mila euro per chi li utilizza senza contratto di sponsorizzazione.

100 MLN ANNUI PER LSU. A partire dal 2015 le risorse per i lavoratori socialmente utili.

+238 MLN PER IL MADE IN ITALY. All'Ice 130 milioni di euro per l'anno 2015, 50 milioni di euro per il 2016 e 40 milioni di euro per il 2017.

STOP CONTRATTI AUTOTRASPORTO BASATI SU COSTI MINIMI. La nuova disciplina farà riferimento alla libera contrattazione dei prezzi.

TORNANO RISORSE A ISTITUTI CULTURA ALL'ESTERO E ISPRA. Gli istituti di cultura avranno 400mila euro annui. L'Ispra 600mila euro annui.

OK ASSUNZIONI POLIZIA E AGENZIA DOGANE. Viene autorizzato lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi.

ASTE PIÙ VELOCI PER IMMOBILI DIFESA. Sarà possibile ridurre il prezzo di base dell'asta e dimezzare i tempi. In arrivo tagli non inferiori al 60% per il personale con contratto a tempo determinato dell'Agenzia industrie Difesa.

NIENTE SPENDING SU EXPO, SÌ ASSUNZIONI. Aumentato a 60 milioni di euro, rispetto ai 50 milioni indicati nel testo originario, lo stanziamento statale, per l'anno 2015, previsto per la realizzazione del Grande Evento Expo Milano 2015 a favore del comune di Milano. Possibili deroghe sulla spending review per l'acquisto di beni e servizi e per assunzioni anche con forme contrattuali flessibili.